Lifting viso con l’ossigeno iperbarico, trattamento senza bisturi

lifting viso con l'ossigenoUn nuovo metodo per il lifting viso senza l’utilizzo del bisturi sta prendendo sempre piu’ piede, si tratta del trattamento effettuato con l’ossigeno iperbarico. La prima a sperimentarlo è stata Madonna, spinta non si sa se da un interesse economico o dall’ efficacia del prodotto, dopo di lei molte altre star di Hollywood che ora lo consigliano dopo averne testato l’efficacia. Il nuovo rimedio lifting del viso è commercializzato da un’azienda australiana, la Intraceuticals che ha brevettato questa tecnica vista in azione anche all’ ultimo CosmoProf di Bologna. I trattamenti sono quattro, si chiamano Opulate, Rejuvenate, Atoxelene, e Clarity Infusion, in pratica il medico passa un manipolo sul viso collegato ad un macchinario che rilascia sostanze idratanti e ossigeno iperbarico.

Le sostanze che dovrebbero ridurre rughe e segni del tempo, ma anche cicatrici da acne sono acido ialuronico e antiossidanti. Il costo per ogni seduta è di circa 150/200 euro e l’azienda promette risultati soddisfacenti già dopo i primi trattamenti.
Funziona l’ossigeno iperbarico per il viso? Agisce realmente cone un lifting? Non lo sappiamo. Non ci sono studi clinici. L’idea alla base è quella che questi macchinari generino ossigeno puro che serve per combattere l’invecchiamento cutaneo, ovvero apportare piu’ossigeno alla pelle che dopo i 30 anni tende a diminuire. C’è da dire che questi macchinari non potranno mai produrre ossigeno puro al 100% perchè c’è bisogno di un ambiente sterile, camera iperbarica, potranno però favorire l’assorbimento delle sostanze nutritive sulla pelle. Qualcuno però sostiene che fino a 0,4 mm di strato dell’ epidermide la pressione normale di ossigeno, quella di tutti i giorni è sufficiente per far assorbire le sostanze nutritive ad esempio di una crema antiage, quindi il macchinario per l’ossigeno non servirebbe a molto.

Qualche altro studio afferma che la pressione dell’ ossigeno non tende a diminuire con l’età. Date un’occhiata a questo articolo del dipartimento di dermatologia dell’ Università di Berlino. Con l’età la pressione è sempre quella, diminuiscono i capillari , un’ossigenoterapia in questo caso non porterebbe migliorie alla nostra cute, non si ricostruiscono capillari che non esistono piu’ con maggior ossigeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *