Aculift, un lifting viso con l’agopuntura

Aculift è il nome registrato con cui si indica quella tecnica che permette di effettuare un lifting del viso tramite agopuntura, il nome infatti è un mix tra “acu”, da acupuncture, e Lift (qualcuno lo chiama anche ACCULIFT).

E’ stata inventata da Anton Michael Rocke, un medico canadese che ha studiato a Londra lavorando come “agopunturista” al Westminster Hospital. In realtà non c’è nulla di nuovo, la medicina cinese da anni viene utilizzata per diversi tipi di interventi e recentemente anche nel campo estetico. Sono numerosi infatti i brevetti per realizzare un lifting del viso tramite agopuntura: c’è Acu-Glow, Cosmetic Acupuncture System e appunto Aculift.

Il dottor Rocke con il suo metodo è salito alla ribalta per essere il consulente di molte star di Hollywood.

Nel nostro caso il trattamento lifting viso senza bisturi , con agopuntura che propone il Dottor Rocke con il suo metodo si realizza effettuando cinque sedute della durata di un’ora ciascuna utili per:
-distendere e ridurre le rughe
-ridurre le linee di espressione, quelle intorno agli occhi e alla bocca
-ridare lucentezza e vigore ad un viso stanco
-riempire guance svuotate e cadenti
-ottenere un miglioramento del tono muscolare

Come viene realizzato Aculift?
Vengono innestati degli aghi lungo i meridiani del viso o lungo altri centri di energia del volto. Gli aghi hanno dei contatti in oro, il metallo giallo possiede un più alto grado di conduttività, perchè tra loro verrà fatta passare una leggerissima corrente elettrica che servirà per aiutare l’agopuntura nel ridare tono e vigore a guance, fronte, mento e contorno occhi. L’elettroagopuntura servirà proprio a questo, ad “ingentilire” i segno del tempo che hanno scalfito il viso. Successivamente verrà fatto scorrere un rullo di giada sul viso e verrà effettuato un massaggio facciale.

Aculift però non viene solo utilizzato come alternativa al lifting del viso, proprio come fa l’agopuntura, può essere usato per i dolori alla schiena, sciatica, mal di testa, osteoartrite, artrite reumatoide, problemi digestivi, sindrome dell’intestino irritabile, dolore epigastrico, dolore addominale, diarrea, stipsi, per malattie respiratorie come: affanno, asma, rinite allergica, sinusite, tosse, raffreddore per sindrome da stanchezza e per combattere lo  Stress e la Depressione.

Controindicazioni di Aculift:
sebbene sia un trattamento non invasivo, in cui non c’è bisogno di un’anestesia ed è indolore alcuni pazienti non possono effettuarlo. Sono quelli che soffrono di disturbi cardiaci, i diabetici, gli ipertesi, le persone che hanno un pacemaker o che hanno problemi di eccessivo sanguinamento o che soffrono di emicrania. Il trattamento di ringiovanimento viso tramite agopuntura non dovrebbe essere fatto durante la gravidanza e nemmeno se influenzati.

I prezzi dell’ Aculift per il trattamento lifting viso oscillano tra gli 800 ed i 1000 euro per 5 trattamenti.

Un lifting viso temporaneo, il Radiesse

Gli interventi di lifting viso temporanei, quelli che non restituiscono risultati permanenti, vanno sempre piu’ di moda. Un po’ dipende dalla necessità di avere un primo approccio “leggero” alla chirurgia estetica, che non si arrivi subito al bisturi, un po’è dovuto alla reversibilità di questi minilifting ( questo fa si che in un determinato lasso di tempo tutto torna come prima), infine il successo è legato anche all’aspetto economico: gli interventi di lifting temporaneo costano notevolmente meno degli altri e sono quindi alla portata di tutti.

Oggi esaminiamo il trattamento effettuato con l’idrossiapatite di calcio, nome commerciale Radiesse prodotto dalla Bioform Medical. Si tratta di una sostanza sintetica , l’idrossiapatite di calcio, che si presenta in microsfere sospese in un gel acquoso. Radiesse ha avuto il via libera dalla Fed statunitense per l’utilizzazione del prodotto anche per fini estetici come la correzione delle pieghe nasolabiali di tipo moderato-profondo e per riempire un viso affossato e svuotato realizzando un effetto “pillow”, cuscino. Ovviamente Radiesse è arrivato anche in Italia e dunque viene proposto in molti centri estetici.

Di cosa si tratta? Radiesse non è un vero e proprio filler come l’acido ialuronico ma una sostanza biocompatibile e riassorbibile che stimola la produzione di collagene; al momento dell’introduzione va a dare maggiore volume alla parte del viso trattata grazie all’assorbimento del tessuto osseo. Si utilizza quindi tramite le classi micro iniezioni. Il medico tramite alcune pomate anestetizza le zone che saranno oggetto del lifting o del riempimento, dopodichè le marca con un pennarello ed inizia ad iniettare il prodotto. Il paziente percepirà un leggero bruciore che scomparirà con il tempo. Dopo qualche settimana i risultati saranno percebili nella maniera migliore.

Controindicazioni del Radiesse: formazione di infezioni e micro granulomi.

Gli effetti dell’ idrossiapatite di calcio come detto sono temporanei, mediamente durano dieci mesi, si può sperare anche in un anno o più, dipende dal tipo di paziente e dall’inestetismo su cui si è lavorato, oltre che dalla quantità del prodotto utilizzata.

I prezzi di un lifting del viso con Radiesse partono da circa 400 euro a salire, anche qui dipende dalla quantità di sostanza utilizzata (varia a seconda se si tratta di zigomi, guance, linee contorno bocca, rughe di espressione), dalla fama del medico che interviene e anche dal centro estetico dove il professionista lavora. Un trattamento Radiesse fatto a Roma potrebbe avere un prezzo diverso se effettuato a Milano o a Napoli.

Lifting viso con il proprio adipe, la lipostruttura

Nessun chirurgo, niente bisturi, no cicatrici ma solo il proprio grasso che prelevato da una parte viene iniettato nel viso riempiendo zone depresse e svuotate o appiattendo le rughe. Sarebbe fantastico, è quello che promette la lipostruttura, che qualcuno chiama anche lipofilling, un intervento non invasivo che si propone come alternativa al tradizionale lifting del viso.

L’inventore del trattamento è il chirurgo newyorkese Sydnay Coleman che ha fatto proprio il lipofilling per riadattarlo in maniera differente. La lipostruttura viene utizzata per problemi molto gravi di ricostruzione facciale in seguito ad incidenti o a malformazione congenita oppure per tutti quegli inestetismi del viso dovuti all’ invecchiamento che risolve di solito un’operazione di lifting del viso come:
il riempimento delle linee naso-labiali, riempimento di rughe, rialzo di sopracciglia, riempimento delle labbra, modellamento della zona mento e occhi, regolazione delle proporzioni del viso, ripristino della pienezza delle guance, usata anche per attenuare rughe e zampe di gallina e per alleggerire e dare tono alle palpebre.

Il medico che pratica la lipostruttura preleva il grasso da una zona donatrice del corpo del paziente, può essere ad esempio l’addome, lo centrifuga purificandolo e poi lo reimmette tramite aghi finissimi nelle varie zone del viso da trattare. Affinchè la durata possa essere abbastanza valida è necessario fare un’ipercorrezione ovvero mettere piu’ adipe di quello che è necessario, sovradosare. Questo è utile perchè successivamente ci sarà un riassorbimento prima della stabilizzazione definitiva. E’ necessario inoltre fare un’ampia tunnelizzazione al fine di distribuire l’adipe in maniera omogenea. E’ proprio l’ipercorrezione che se effettuata in maniera sbagliata può dar vita a bozzi che se non verranno riassorbiti dovranno essere tolti chirurgicamente.

Cosa può fare la Lipostruttura per il Viso

  • alzare gli zigomi: si tratta di un intervento che possono fare anche persone giovani che desiderano avere zigomi sporgenti;
  • attenuazione delle occhiaie: l’inserimento di grasso nella zona solco naso giugale elimina le fastidiose borse o occhiaie sotto gli occhi;
  • labbra piú voluminose: la liposrtuttura può essere ben utilizzata per aumentare il volume delle labbra e renderle piú turgide;
  • eliminare i solchi naso labiali attorno alla bocca

La lipostruttura è considerato un intervento non definitivo, a differenza dei filler temporanei come l’acido ialuronico, anche se una percentuale del proprio adipe verrà riassorbita nel tempo dal corpo stesso.

Un lifting viso effettuato con la lipostruttura costa intorno ai 3-4 mila euro, dipende dove viene effettuato, non sottovalutiamo la differenza di prezzo che ci può essere ad esempio tra una città come Bologna e Napoli dall’ altra parte.

Lifting viso con l’acido ialuronico

Stanno sempre piu’ prendendo piede i ritocchi veloci, quelli dell’ ultima ora, non invasivi che non prevedono l’utilizzo del bisturi. L’alleato maggiore in questo caso, ovvero la sostanza che meglio si presta per un lifting viso è l’acido ialuronico.  Di cosa si tratta?

L’acido ialuronico è già presente nel nostro corpo, è un componente importante della pelle che serve a riparare i tessuti in seguito ad una ferita, ma soprattutto contribuisce a mantenere elastico il derma. Viene utilizzato anche per altre patologie come ad esempio nell’ artrosi del ginocchio oppure nella dermatite seborroica. A noi interessa il suo utilizzo nel campo estetico visto che con il tempo la quantità di acido ialuronico tende a diminuire, ecco che la sua mancanza porta a fenomeni di invecchiamento cutaneo.

Qual’è la differenza tra un intervento chirurgico di lifting del viso e quello fatto con le punturine di acido ialuronico? Il primo è definitivo, il secondo no. Forse è il suo punto di forza oppure no ma gli effetti dell’ acido ialuronico sono temporanei. Se siamo fortunate/i possiamo sperare che durino per 6 mesi, oltre non si va. Poi di nuovo occorrerà tornare dal chirurgo estetico.

Prepararsi per un lifting del viso con l’acido ialuronico è molto piu’ semplice rispetto a quello che si deve affrontare con la classica chirurgia estetica. Nel nostro caso non si utilizzerà il bisturi e non ci sarà nessuna cicatrice. Semplicemente il medico inietterà l’acido ialuronico nelle zone da “riempire” intervenendo quindi sulle linee glabellari della fronte, zampe di galline, contorno occhi, rughe di espressione ed intorno la bocca. Se non viene fatta un’anestesia locale sentirete dei piccoli pizzichi dovuti agli aghi finissimi.

I costi di un lifting del viso effettuato con l’acido ialuronico partono da circa 300-400 euro a salire, dipende dalla quantità di prodotto utilizzata e dalle zone da trattare. Ovviamente i prezzi sono influenzati anche dalla fama dello specialista e dal centro estetico dove operà, un lifting fatto a Milano avrà certamente costi differenti di uno fatto a Cagliari per esempio.

Lifting viso con l’ossigeno iperbarico, trattamento senza bisturi

lifting viso con l'ossigenoUn nuovo metodo per il lifting viso senza l’utilizzo del bisturi sta prendendo sempre piu’ piede, si tratta del trattamento effettuato con l’ossigeno iperbarico. La prima a sperimentarlo è stata Madonna, spinta non si sa se da un interesse economico o dall’ efficacia del prodotto, dopo di lei molte altre star di Hollywood che ora lo consigliano dopo averne testato l’efficacia. Il nuovo rimedio lifting del viso è commercializzato da un’azienda australiana, la Intraceuticals che ha brevettato questa tecnica vista in azione anche all’ ultimo CosmoProf di Bologna. I trattamenti sono quattro, si chiamano Opulate, Rejuvenate, Atoxelene, e Clarity Infusion, in pratica il medico passa un manipolo sul viso collegato ad un macchinario che rilascia sostanze idratanti e ossigeno iperbarico.

Le sostanze che dovrebbero ridurre rughe e segni del tempo, ma anche cicatrici da acne sono acido ialuronico e antiossidanti. Il costo per ogni seduta è di circa 150/200 euro e l’azienda promette risultati soddisfacenti già dopo i primi trattamenti.
Funziona l’ossigeno iperbarico per il viso? Agisce realmente cone un lifting? Non lo sappiamo. Non ci sono studi clinici. L’idea alla base è quella che questi macchinari generino ossigeno puro che serve per combattere l’invecchiamento cutaneo, ovvero apportare piu’ossigeno alla pelle che dopo i 30 anni tende a diminuire. C’è da dire che questi macchinari non potranno mai produrre ossigeno puro al 100% perchè c’è bisogno di un ambiente sterile, camera iperbarica, potranno però favorire l’assorbimento delle sostanze nutritive sulla pelle. Qualcuno però sostiene che fino a 0,4 mm di strato dell’ epidermide la pressione normale di ossigeno, quella di tutti i giorni è sufficiente per far assorbire le sostanze nutritive ad esempio di una crema antiage, quindi il macchinario per l’ossigeno non servirebbe a molto.

Qualche altro studio afferma che la pressione dell’ ossigeno non tende a diminuire con l’età. Date un’occhiata a questo articolo del dipartimento di dermatologia dell’ Università di Berlino. Con l’età la pressione è sempre quella, diminuiscono i capillari , un’ossigenoterapia in questo caso non porterebbe migliorie alla nostra cute, non si ricostruiscono capillari che non esistono piu’ con maggior ossigeno.