Dermaplaning esfoliazione Viso come funziona e come Riduce le Rughe

Il mondo “beauty” è sempre pronto ad immettere sul mercato nuove tecniche di ringiovanimento del viso. L’ultimo arrivato è il DERMAPLANING. Di cosa si tratta e come funziona la nuova procedura per ridurre le rughe?

Si tratta di una tecnica in cui un dermatologo o un estetista autorizzato utilizza una lama o un bisturi per “esfoliare” in maniera superficiale la pelle morta dal viso. Insomma una specie di peeling un po’ piú invasivo fatto a mano senza uso di acido glicolico.

Gli entusiasti di questa tecnica affermano giurano che, proprio come le altre forme di peeling per il viso, l’ eliminazione delle cellule morte rende la pelle luminosa, riduce i segni del tempo e l’affaticamento. Ma il trattamento funziona davvero? Qui, gli esperti chiariscono tutte le domande relative al dermaplaning, alla fine riuscirai a capire se vale la pena provarlo oppure no.

Se volete vedere alcune fotoprima e dopo” del dermaplaning basta andare su INSTAGRAM e cercare questo “trend topic”.

Come funziona il dermaplaning

E’ una procedura veloce che dura veramente poco. Ha lo scopo di esfoliare la pelle, lo strato quello superficiale . Il professionista che lo esegue utilizza una lama chirurgica affilata tenuta ad un angolo di 45 gradi che raschiare delicatamente lo strato esterno dell’ epidermide. Vengono così rimosse le cellule morte .

Lo effettua un medico, anche alcuni estetisti lo propongono.Un trattamento con dermaplaning richiede solitamente da 10 a 20 minuti e può essere eseguito come opzione autonoma o come parte di un trattamento completo di bellezza del viso.

dermaplaning

I vantaggi

Ovviamente le rughe piú profonde non spariranno. In quel caso per ottenere dei risultati fattibili c’è bisogno di un lifting endoscopico. La pelle però apparirà piú liscia e luminosa .

Alcuni esperti sostengono che dermaplaning potrebbe migliorare il modo in cui creme e sieri vengono assorbiti dalla pelle ( a sua volta, aumentano i loro benefici). Inoltre affermano che il dermaplaning può stimolare la produzione di collagene e migliorare la pigmentazione, ma ciò non è stato dimostrato.

Ma se stai semplicemente cercando un trattamento esfoliante e vuoi qualcosa di manuale rispetto a peeling e laser, la procedura è una buona alternativa che funziona bene per tutti i tipi di pelle.

Quanto costa il dermaplaning e quanto durano i risultati

Il trattamento può variare da 50 a circa 200 euro per sessione, a seconda di dove vivi e del professionista che lo esegue. Mentre i risultati certamente non sono permanenti, puoi aspettarti che durino da due settimane a un mese.

Ci sono effetti collaterali ?

il dermaplaning non è necessariamente nuovo: è in circolazione da decenni ed è generalmente sicuro se viene eseguito correttamente. La persona che visiti per dermaplaning dovrebbe usare una lama sterile , deve essere rimossa da una sacca sterile per evitare potenziali irritazioni o infezioni della pelle. Se sei preoccupato potresti prendere in considerazione di andare solo da un dermatologo certificato.

Proprio come con la depilazione laser, ci possono essere casi inattesi di scurimento dei capelli e ispessimento percepito, specialmente attorno alle basette e alla zona del mento (punti in cui i peli più sottili sono più inclini a trasformarsi in quei peli spessi come la barba).

Dermaplaning è sicuro per quasi tutti. Tuttavia, dovresti evitarlo se hai un’abbronzatura, scottature solari , acne attiva,soffri di  rosacea infiammata o presenti una condizione infiammatoria della pelle come eczema o psoriasi , la procedura può peggiorare questi problemi. Se hai un sacco di cicatrici dell’acne profonde , devi fare attenzione con il dermaplaning poiché potrebbe ferire la pelle durante il trattamento.

Infine, fai sapere al tuo dermatologo se hai una storia di herpes labiale poiché il dermaplaning può riattivarli ( tutto ciò che irrita la pelle può riattivare il virus responsabile dell’herpes labiale).

Se stai cercando procedure di stimolazione del collagene, opzioni permanenti per la depilazione o un trattamento esfoliante a lunga durata, ci sono opzioni più efficaci e comprovate da prendere in considerazione, come trattamenti laser, epilazione laser e peeling chimici (dove i risultati possono durare da tre a sei mesi),

Altrimenti, supponendo che tu stia solo cercando un modo indolore per ottenere una pelle liscia e luminosa, il dermaplaning merita di essere provato.

Minilifting per il Doppio Mento e Collo come Funziona

La zona del mento collo è, insieme al dorso delle mani, quella che più rivela l’età di una persona. Rilassamento della pelle, rughe e segni del tempo dicono molto sul tempo passato. Un ringiovanimento del collo è quindi importante nell’ottica di un trattamento estetico che comprenda ovviamente anche il viso. Per riottenere una pelle tirata e liscia o per eliminare il doppiomento ci si può affidare al minilifting endoscopico mento-collo.

Si tratta di un metodo rivoluzionario introdotto negli ultimi anni, che da pochi mesi è usato anche per correggere quest’area così importante. La tecnica si basa sull’utilizzo di un endoscopio, uno strumento dotato di una piccola sonda a fibre ottiche collegata a un monitor esterno che permette al chirurgo di vedere le zone sulle quali sta operando (la sonda riprende la zona e trasmette le immagini al monitor).

Il lifting mento collo

Il minilifting endoscopico si effettua in anestesia locale, il chirurgo esegue tre minuscole incisioni in corrispondenza della basetta, del canale auricolare (nell’orecchio) e della zona posteriore dell’orecchio. Quindi, inserisce l’endoscopio, grazie al quale individua le zone esatte in cui sono avvenuti i cedimenti o gli scollamenti cutanei. A questo punto, attraverso piccolissimi strumenti operatori inseriti in una (o due) delle tre incisioni, risolleva la cute e insieme a essa anche le fasce muscolari presenti sotto il mento e sul collo. La pelle in eccesso viene tagliata ed eliminata.

Il mini-lifting può anche essere abbinato a una mini liposuzione: in pratica, al termine della prima operazione, si eseguono altre due piccole incisioni nell’area compresa fra il termine del lobo auricolare e l’inizio della guancia e si inseriscono due piccole cannule collegate ad un aspiratore. Una volta azionate, esse aspirano il grasso in eccesso, che può accumularsi nella zona del mento; in questo modo si ottimizzano e si migliorano i risultati ottenuti con la chirurgia plastica.

Un intervento di questo tipo dura circa un’ora. Al termine, lo specialista applica piccoli punti di sutura, generalmente uno per ogni incisione, e dei cerotti che possono essere tolti dopo poco tempo. Dopo quattro o cinque giorni il paziente può riprendere le sue normali attività. Potrebbe rimanere solo un leggero gonfiore, destinato comunque a scomparire nell’arco di poco tempo. I risultati sono definitivi: ovviamente bisogna tenere in considerazione il fatto che, con il tempo, subentrano successivamente nuovi cedimenti, ma non si ritornerà mai alla situazione di partenza.

Prezzi del mini lifting mento-collo

l’intervento abbinato alla mini-liposuzione costa tra i 7 mila ed i 9 mila euro, anche se ci sono differenze tra uno specialista e l’altro e tra città e città. A Roma potrebbe costare di meno rispetto a Milano e di più rispetto a città del sud come Bari e Palermo.

liposuzione-doppio-mento
Liposuzione per il doppio mento

L’intervento di liposuzione non viene effettuato soltanto nelle classiche zone come cosce, addome e fianchi ma anche per eliminare il doppio mento. Quella che viene simpaticamente definita “pappagorgia” è in realtà una sacca di grasso che forma il cosiddetto doppio mento. Antiestetico da vedere non fa che rendere disarmonico il volto appesantendo tutta la parte sotto la bocca che diviene così flaccida.

Quest’inestetismo che colpisce la zona bassa delle guance e quella del mento può riguardare sia soggetti grassi che persone magre ma con una rilassatezza cutanea localizzata.

Il doppio mento non è solo però antiestetico, presenta anche delle controindicazioni per la salute. Il grasso premendo sull’ ugola infatti rende faticoso il passaggio dell’aria nelle prime vie aeree. Ciò comporta anche difficoltà respiratorie, specie quando si è supini, portando alle apnee notturne e al russamento.

La procedura di liposuzione per l’eliminazione dell’adipe nella zona del mento dura circa 2 ore. La tecnica utilizzata è quella tumescente. Si utilizzano delle cannule più sottili rispetto a quelle della classica liposuzione. Vengono “innestate” all’altezza della parte posteriore della mandibola inferiore. L’incisione è molto sottile, spesso non c’è nemmeno bisogno dei successivi punti di sutura. L’anestetico viene iniettato prima di iniziare la procedura di aspirazione del grasso ed impiega circa 20-30 minuti prima che inizi a fare effetto. Gli aghi della liposuzione vengono infilati attraverso 6 o 7 buchi intorno alla linea del mento per aspirare il grasso in eccesso. Il paziente non percepirà niente e solitamente non ci sarà nemmeno bisogno dei punti per le piccolissime cicatrici lasciate dagli aghi utilizzati nella liposuzione.
Al termine dell’operazione il mento viene fasciato, le bende andranno tenute per circa 36 ore a causa del gonfiore che verrà a crearsi. Nel giro di due settimane il gonfiore sparirà.

La liposiuzione per eliminare il doppio mento è, a tutti gli effetti, da considerare come un intervento chirurgico in cui il paziente viene anestetizzato localmente con sedazione, oppure in alcuni casi si pratica anche l’anestesia generale. Verranno quindi fatti dei controlli prima di procedere con l’intervento. Analisi del sangue, urine, elettrocardiogramma. I pazienti cardiopatici, con diabete o che soffrono di particolari patologie non potranno affrontare l’intervento.

Bisogna quindi verificare la  funzionalità del rene con la creatininemia e l’azotemia, quella del fegato, lo stato glicemico e lo stato della coagulazione sanguigna.

Prezzi liposuzione per il doppio mento: più economica rispetto a quella a cosce e addome e glutei. Costi a partire da 2mila euro. I prezzi variano anche in funzione della città in cui opera il medico chirurgo, ovviamente in città come Bari, Palermo, Napoli e Catania i costi medi saranno inferiori rispetto a Milano, Bologna, Brescia o Torino. Alcuni pazienti hano iniziato anche a guardare all’ estero, sono tante le nazioni che offrono interventi di chirurgia medica a costi competitivi, vedi Tunisia, Marocco, Slovenia, Serbia, Ungheria.

Tempi di recupero dopo la liposuzione: il paziente dovrà tenere il bendaggio sul mento per almeno 1 settimana, dopo dovrà indossarlo per circa 2 mesi solo la notte. I punti, ove previsti, vengono rimossi dopo 1 settimana. A partire da quel momento il paziente può riprendere le sue quotidiane attività .

Ringiovanimento Viso le cure da fare a seconda dell’età

La cura che dobbiamo dedicare al nostro viso per il suo ringiovanimento e per combattere le rughe cambia a seconda dell’ età. A 20-30 anni non ci accorgiamo del tempo che passa ed erroneamente non facciamo nulla, più in la’, quando si intravedono i primi segni di invecchiamento cutaneo corriamo ai ripari, ma è un atteggiamento sbagliato.

Non dobbiamo mai abbassare la guardia dedicando azioni quotidiane per rendere sempre la pelle idratata e pulita. Il fattore genetico è importante, ma sicuramente è fondamentale intervenire con cure mirate. Oggi vogliamo stilare una guida al ringiovanimento del viso divisa a seconda dell’ età.

20-30 anni

dobbiamo pulire ed idratare. Già prima dei 30 si possono stimolare le papille dermiche che si trovano nella giunzione dermo-epidermica che con l’invecchiamento tende ad appiattirsi. L’altro obiettivo è mantenere costante la produzione di collagene ed elastina da parte dei fibroblasti, le cellule del derma. In questa fase della vita, se si è fumatori, è bene smettere subito, i danni della sigaretta sono ancora circoscrivibili.

Possiamo utilizzare una crema da giorno che mantenga l’equilibrio cutaneo e stimoli costantemente la produzione di collagene. Prediligere anche le creme con filtro solare protettivo.

30-40 anni:

dobbiamo prevenire e proteggere come quando avevamo 20 anni, ma ora c’è bisogno anche di stimolare. L’attacco è diretto ai meccanismi che sono all’origine dell’invecchiamento. Le rughe non sono sicuramente ancora molto marcate, ma si cominciano a vedere sul viso i segni dell’ossidazione (dato da un’eccessiva produzione di radicali liberi, che ossidano le cellule) e stanchezza. Inizia una leggera perdita di colore, tono e luminosità con i primi cedimenti muscolari. Si deve puntare su principi antiossidanti come i polifenoli (ad esempio il resveratrolo presente nel vino ma in quantità troppo basse, meglio prendere un integratore in farmacia) dall’azione ringiovanente.
Si può agire sulla perdita di elasticità della pelle, combinando ancora l’azione antiossidante dei picnogenolo (una sostanza bioflavonoide estratta dal pino marittimo). La crema da utilizzare sia da giorno che da notte deve avere le proprietà sopra elencate.

40-50 anni

in questa fascia d’età le rughe si fanno più profonde e marcate, la perdita di tono è più visibile e possono comparire delle macchie. L’azione più importante da intraprendere è quella della correzione continuando a prevenire.
Se il rilassamento cutaneo è il problema principale dobbiamo puntare creme a effetto lifting. Per rassodare la pelle del viso è necessario ripristinare i meccanismi dermo-epidermici che regolano le forze di tensione e di compressione. I prodotti a base di calcio, invece, svolgono un’azione rassodante, che permette di ridisegnare i contorni del viso. Se invece la necessità primaria è quella di un’azione globale che sia rassodante, ma anche rigenerante e rivitalizzante senza essere così decisa, perché magari la pelle è sensibile, allora si possono combinate l’azione dii con quella di un prodotto altamente idratante. La prima stimola le difese naturali, la seconda garantisce un buon rinnovamento cellulare. Usare creme ricche di principi attivi. Si può ricorrere a piccoli ritocchi con iniezioni di acido ialuronico o collagene i quali effetti pero’ sono limitati nel tempo.

ringiovanimento-viso

50-60 anni

per le donne in questa fascia di età inizia la menopausa e le modificazioni ormonali hanno effetti anche sulla pelle che si presenta più secca, sottile, con rughe più marcate e profonde. La perdità di tono muscolare inizia ad essere evidente manifestandosi con guance cadenti.

I benefici delle Bacche di Goji sono notevoli, apportano vitamina C in grandi quantità e sono un ottimo alleato per combattere la formazione di radicali liberi responsabili, tra le altre cose, anche dell’ invecchiamento cutaneo.

Per correre ai ripari ci vuole un’azione che dia luminosità, splendore e colorito sano poi si può agire nella ricostruzione dei tessuti cutanei del viso, che tendono a cedere e ad assottigliarsi, soprattutto guance e zigomi e collo. Per intervenire su questo processo si possono usare estratti di proteine vegetali, che contrastano l’invecchiamento della pelle, aiutano a ridisegnare i contorni. Usare quindi estratti di proteine vegetali poi creme antirughe rassodante e levigante con alta concentrazione di acido ialuronico.

Le iniezioni di acido ialuronico in questa fase dell’ età sempre più spesso sono abbinate alla biostimolazione della pelle con iniezioni di sostanze rivitalizzanti scelte caso per caso, che restituiscono sostegno alla matrice cutanea: agiscono in tempi più lunghi (i risultati sono visibili in 30-60 giorni), ma rallentano davvero l’invecchiamento. L’accoppiata delle due terapia è necessaria per evitare che l’azione del filler diventi “limitata” . Soprattutto dopo i 50, 55 anni, quando la pelle non è più elastica, la tensione cui viene sottoposta attraverso l’espansione con il filler produce un ulteriore assottigliamento e impoverimento del tessuto. La conseguenza? La pelle, dopo il riassorbimento, non “ritorna a posto” come prima, ma appare più affaticata: così spesso la paziente pensa di avere bisogno di un altro filler, innescando un circolo vizioso.

Le iniezioni di acido ialuronico quindi vanno intese come piccoli tocchi di perfezionamento al termine di un trattamento di stimolazione profonda con
radiofrequenza frazionata con microaghi.  Sul viso così ringiovanito, basteranno poi minime quantità di filler per perfezionare il risultato. Dopo 6 mesi, il trattamento sarà da ripetere, ma la pelle non apparirà sottile e svuotata come con i soli filler

Massaggio Viso Antirughe Ecco come si Fa

Ricorrere al chirurgo non è piacevole. Cercare di avere un volto più giovane con l’aiuto del bisturi  può bloccare molte donne e uomini ad avvicinarsi alla chirurgia plastica. Per questo qualcuno prima di ricorrere alla medicina estetica può provare a fare un massaggio viso antirughe.

Possiamo fare un automassaggio oppure affidarsi alle cure di massaggiatori professionisti. Nel primo caso ci si mette davanti allo specchio guardando le proprie borse sotto gli occhi, le rughe e le guance cadenti chiedendosi: riuscirò con un auto lifting a togliermi qualche anno?

Qualcuno giura che si può fare. Prima di andare a dare un’occhiata agli esercizi di massaggio per ottenere un “effetto lifting” ricordiamo che ad essi bisogna abbinare -uno stile di vita corretto che comprende niente fumo, niente alcool, sport, vita sana ed equilibrio psichico utilizzo giornaliero di creme per il viso adatto al proprio ph della pelle.

massaggio-viso

Auto massaggio viso

Ecco gli esercizi da effettuare da soli

Innanzitutto prepariamo la pelle del viso applicando dell’ olio naturale come quello di mandorle  o cocco scaldando i muscoli facciali picchiettandoli con i polpastrelli dal basso verso l’alto.

  • Spingiamo ora la mascella in avanti con il mento rivolto verso l’alto. Teniamo questa posizione per 5 secondi e rilassiamoci alla fine, ripetete 10 volte. Questo esercizio è utile per distendere il collo.
  • Stando seduti girate la testa a destra mettendo in tensione il collo tenendo la posizione per 5 secondi, fatelo anche a sinistra e ripetete 10 volte, anche questo esercizio è utile per la pelle del collo.
  • Spingete la lingua contro il centro del palato aumentando piano piano la tensione dei muscoli. Tenete per 5 secondi e ripetete 10 volte. Questo esercizio è utile per ridurre il doppio mento.
  • Tendete verso il basso il labbro inferiore senza abbassare gli angoli della bocca, aiutatevi con le mani.Aumentate la tensione dei muscoli e teneteli per 5 secondi. Ripete 10 volte. Questo esercizio è utile per il contorno mento.
  • Stirate con le mani verso i lati il labbro inferiore posando la punta delle dita agli angoli della bocca. Contate fino a 10 e rilassatevi. Ripetete per 5 volte, questo è un lifting viso per ridurre il doppio mento.
  • Ponete le labbra come per pronunciare una “O”, tenete in tensione aumentando progressivamente, contate fino a 5 e rilassatevi. Ripetete 10 volte. E’ utile per abbellire la forma delle labbra.
  • Chiudete gli occhi mettendo in tensione le palpebre per 5 secondi. Rilassatevi e ripetete 10 volte. Si tratta di un massaggio contorno occhi utile per palpebre e ridurre le zampe di gallina.
  • Massaggiatevi le guance con piccoli movimenti circolari partendo dagli angoli della bocca fino ad arrivare al contorno occhi. Cercate di massaggiare per 5 minuti per rassodare le guance.
  • Stirate con le mani gli angoli degli occhi portandoli in alto. Tenete in tensione 5 secondi e rilassatevi.Ripete 10 volte per migliorare la zona frontale ed il contorno occhi.

I primi risultati potrebbero vedersi dopo un mese di massaggio al viso, prendetevi 10 minuti al giorno e rilassatevi.

Massaggio facciale

Anche l’Ayurveda, medicina tradizionale indiana, può essere utilizzata per massaggiare il viso e distendere rughe e segni del tempo. Ci sono diversi rituali e riti che riescono anche a farvi rilassare in maniera totale

massaggio Garshan

È un massaggio-peeling pacificante e delicato: si esegue indossando degli speciali guanti di seta grezza. I movimenti sono lunghi e alternati sia su viso che su gambe e braccia e diventano “circolari” su articolazioni, spalle, gomiti, polsi e ginocchia. Una combinazione di manovre che, insieme alle sensazioni trasmesse dalla seta, oltre a esfoliare la cute contrasta anche ansia e insonnia. Il massaggio si esegue a secco e solo al termine il corpo viene cosparso di olio di sesamo arricchito di erbe drenanti, come centella asiatica, sandalo, sarsaparilla indiana.

massaggio Udvartana

Una miscela tiepida di polveri di erbe e radici, come zenzero e curcuma, unite a poco olio di sesamo, viene applicata su tutto il corpo da due operatori per
eseguire un massaggio sincronizzato a ritmo sostenuto.  Le manovre sono più profonde quando dirette dalla periferia al cuore, più leggere quando procedono nel senso contrario, per creare un effetto onda, molto rilassante. Il massaggio Udvartana, oltre a esfoliare la pelle e a sciogliere le rigidità, aiuta anche a depurare il fegato, con ulteriori benefici effetti sulla cute. Un trattamento ideale per alleggerire il corpo dalle tossine e la mente dai pensieri

Massaggio fai da te per viso Ayurvedico

  • Intiepidisci un olio per capelli e versane una piccola quantità sulla sommità del capo. Con un movimento circolare del palmo della mano, fai penetrare l’olio su tutto il cuoio capelluto e sulla capigliatura.
  • Con palmi e polpastrelli, fai delle leggere percussioni su tutta la testa, aumentando gradualmente d’intensità.
  • Esegui lievi movimenti circolari con i palmi, partendo dalla nuca e risalendo verso l’alto e poi le tempie.
  • Tieni l’impacco d’olio per due ore circa, poi fai uno shampoo.

 

Ringiovanimento del Collo senza Lifting con Laser e acido ialuronico

Non solo al viso, anche sul collo è possibile effettuare un ringiovanimento. La pelle in questa zona è molto sottile, sono presenti in minor numero le ghiandole sebacee (responsabili dell’ idratazione) inoltre lo muoviamo in continuazione nel corso della giornata per cui collagene ed elastina , proteine strutturali della pelle, si allentano e provocano un rilassamento cutaneo. Aggiungiamoci i danni del sole e quelli dovuti ad una perdita di peso ecco che le rughe e la lassità cutanea appaiono evidenti. La pelle quindi cede creando l’antiestetico sottomento che viene eliminato grazie alla procedura di lifting del collo o a delle alternative che non utilizzano il bisturi chirurgico ma si affidano al laser e all’ acido ialuronico.

Cause dell’ invecchiamento della pelle

come per il viso i motivi principali per cui avviene il rilassamento del collo sono il naturale passare del tempo, lo smog, cattive abitudini alimentari, stile di vita sbagliato e i danni del sole. Molte donne curano molto bene il viso utilizzando creme solari protettive, con una idratazione costante ma non fanno altrettanto per il collo. Anche questa zona deve essere protetta con una crema ad alto SPF. Prendersi cura del proprio collo quindi deve diventare un’abitudine che si deve consolidare a partire dai 20 anni di età.
Vanno bene le stesse creme che si utilizzano per il viso, da spalmare sul collo ma anche sulla parte alta del petto. Ottime quelle alla Vitamina C o che contengono peptidi oppure che contengono acido lipoico.

La procedura chirurgica per il lifting del viso

si tratta di una una procedura relativamente semplice che generalmente dura tra le due e le tre ore. Il tipo di anestesia somministrata all’inizio della procedura dipende in gran parte dalle preferenze del paziente e del chirurgo. Molti pazienti richiedono un’anestesia locale combinata con un sedativo; tuttavia, alcuni scelgono di essere totalmente incoscienti durante l’intervento chirurgico e optare per l’anestesia generale.

L’ambito della procedura varia a seconda delle esigenze e gli obiettivi delle singole persone. Alcuni pazienti vogliono raggiungere i risultati desiderati mediante una semplice procedura di liposuzione, che comporta la rimozione dei depositi di grasso in eccesso dal collo. Altri risultati  possono essere raggiunti attraverso la rimozione della pelle in eccesso e dell’adipe tendendo i muscoli sottostanti. Il lifting del collo è spesso eseguito in concomitanza con altri interventi chirurgici facciali, come il mini lifting della fronte e la blefaroplastica.

Le moderne tecniche e tecnologie permettono ai chirurghi di eseguire un intervento utilizzando piccole incisioni, di solito effettuate discretamente dietro le orecchie e sotto il mento. Attraverso queste incisioni, il grasso in eccesso viene rimosso, sia attraverso la liposuzione o tramite escissione chirurgica.

Alternative non chirurgiche per il ringiovanimento del collo

se la pelle si presenta già un pochino compromessa e si vuole far tornare indietro le lancette del tempo due trattamenti molto utilizzati per il ringiovanimento del collo sono quelli effettuati con il laser frazionato o frazionale ed il laser Ipl a luce pulsata. Non solo contribuiscono ad eliminare la pigmentazione sgradevole e le macchie della pelle dovute all’ età, ma stimolano il derma ad aumentare la produzione di collagene, responsabile della compattezza della pelle e della sua levigatezza.
Anche i filler a base di acido ialuronico vengono utilizzati per dare tono e vigore ad un collo rilassato. In questo caso si inietta la sostanza in alcuni punti del collo. Gli effetti sono buoni ma temporanei, nell’ arco di 8-10 mesi tutto torna come prima.

Per eliminare il sottomento c’è la liposuzione, qui però siamo già nell’ ambito della procedura chirurgica. Lo specialista tramite cannule aspira il grasso in eccesso. Si tratta di un trattamento invasivo che necessita di un’anestesia, analisi preoperatorie ecc.

Prezzi:

trattamento ringiovanimento collo con laser Ipl o frazionato circa 500-800 euro
trattamento ringiovanimento collo con acido ialuronico circa 600 euro
liposuzione sottomento circa 1500 euro.