Bacche di Goji Benefici per la Pelle come riducono le Rughe

Il processo di invecchiamento cutaneo può essere accellerato o rallentato a seconda del nostro stile di vita e di ciò che mangiamo. Di questo ne è convinto Robert Gallo, il famoso immunologo che scoprì insieme a Luc Montagnier il virus responsabile dell’ Aids e che ha dichiarato che l’uomo potrebbe vivere anche fino a 180 anni.

Seguendo le considerazioni di altri ricercatori, secondo cui le cause del buon invecchiamento sono legate soltanto per un terzo ai geni che ereditiamo mentre per due terzi dipendono dal nostro stile di vita, oggi andremo alla ricerca degli alimenti idonei per nutrire il viso ed in particolare studieremo gli effetti delle Bacche di Goji e delle Bacche di Acai.

Un’ulteriore conferma dell’ìmportanza dell’ alimentazione per vivere a lungo arriva dalle statistiche. I posti in cui vivono piú centenari al  mondo sono: Sardegna, l’isola in Grecia Ikaria e Okinawa in Giappone. Un recente servizio de le “Iene” di Nadia Toffa ha mostrato i cibi con cui si nutrono i centenari di Okinawa: tantissima frutta, verdura, bevono tè al gelsomino e mangiano poco.

Per mantenersi giovane e bella la pelle ha bisogno infatti di vitamine e antiossidanti che proteggono dai radicali liberi, in particolare di vitamina C contenuta
in cibi come agrumi, kiwi, pomodori e nelle verdure a foglia verde. Molto utili i cibi ricchi di vitamina E come la frutta secca, di proteine contenute nella carne magra (l’ Oms, Organizzasione Mondiale della Sanità, ha recentemente classificato la carne rossa come potenzialmente cancerogena) , che aiutano a preservarne la struttura, di grassi sani contenuti nel pesce e nell’olio extravergine d’oliva, di fitonutrienti della frutta e verdura che aiutano a regolare i processi di riparazione cellulare.

Importante, bere tanta acqua. Fondamentale per mantenere la pelle ben idratata. In natura, poi, esistono cibi che svolgono un’ azione antinvecchiamento grazie alle loro capacità antiossidanti. Tra i supercibi anti-age ci sono le bacche di Goji.

bacche di Goji proprietà

bacche_goji

bacche_goji

Combattono l’invecchiamento grazie al loro contenuto di ferro, potassio, zinco, calcio, betacarotene e vitamina C. Insomma sono una bomba di principi nutrienti antiossidanti. Vengono coltivate nell’est asiatico, in particolare in Cina, Himalaya, Nepal e Mongolia. Il frutto si presenta come una bacca allungata rossa con all’ interno dei semini.

C’è molta attività di marketing dietro i benefici di questa bacca. Vengono commercializzate sotto forma di capsule, ma anche come succhi di frutta, di solito pastorizzati puri o mescolati con altri succhi di frutta oppure in frutta disidratata o in polvere.

E ‘comunque una fonte molto importante di antiossidanti, con una percentuale molto elevata di carotenoidi, ma anche di quattro polisaccaridi (zuccheri) considerati i composti attivi responsabili degli effetti benefici.

Le Bacche di Goji contengono:

  • 18 tipi di amminoacidi acidi, in quantità otto volte superiori a quelli trovati nel polline. Contengono anche amminoacidi acidi, tra cui il triptofano e isoleucina;
  • 21 tipi di oligoelementi di zinco,ferro, selenio e fosforo;
  • hanno più beta-carotene rispetto alle carote: 8,4mg contro 6.6mg per 100g
  • presentano il calcio in quantità quasi come il latte: 120mg per 100g contro 112,5mg
  • più proteine ​​del grano: 12,10g 10,59g contro per 100g
  • vitamine, tra cui B1, B2, B6, C e E;
  • Il beta-sitosterolo che ha proprietà anti-infiammatorie.

Hai mai sentito parlare di qualcosa chiamato ORAC? È l’acronimo inglese di (Oxygen Radical Absorbance Capacity) ovvero la capacità di assorbimento dei radicali dell’ossigeno. misura l’azione anti ossidante dei cibi . Gli alimenti con alti valori di ORAC possono aiutare a rallentare il processo di invecchiamento e proteggere le cellule dai radicali liberi.

I radicali liberi sono dannosi e sono i responsabili dell’invecchiamento precoce e dei problemi di salute più seri (cancro incluso). I mirtilli hanno 2400 ORAC mentre le prugne ne hanno 5700. Potete indovinare cosa hanno le bacche di goji? Circa 25.000 di Orac.

Quante al giorno

In altre parole, queste minuscole bacche sono i migliori alimenti per combattere i radicali liberi. Come con tutti gli alimenti il troppo pero’ stroppia. l’assunzione idonea è da 10 a 30 grammi giornalieri.

Bacche di Goji benefici per la pelle

Il consumo di bacche di goji o l’uso di un prodotto topico contenente bacche di goji può ridurre l’infiammazione della pelle . Le bacche di Goji sono in grado di realizzare questa impresa attraverso una maggiore circolazione sanguigna. Questo aumento del movimento del sangue attraverso la pelle aiuta anche ad aumentare il tasso metabolico delle cellule . Aiutano inoltre a ridurre l’infiammazione, che a sua volta promuove un tono e una carnagione più uniforme. La riduzione dell’infiammazione può anche contribuire ad una riduzione dell’acne o dei breakout periodici perché la pelle è più sana. Riducendo l’infiammazione della pelle, le bacche di goji possono anche aiutare a ridurre la comparsa di rughe sulla superficie della pelle.

Le bacche di Goji aiutano a ridurre le rughe

Per molte persone, uno degli effetti più frustranti della menopausa è l’aspetto e la formazione delle rughe nel corso del tempo. Grazie alle bacche di goji, c’è una soluzione per aiutare a compensare gli effetti del tempo che scorre. Le bacche di Goji contengono una concentrazione estremamente elevata di antiossidanti che aiuta anche a ridurre la comparsa di linee sottili e rughe. Oltre ad essere ad alto contenuto di antiossidanti, le bacche di goji contengono anche un alto livello di vitamine essenziali, che contribuiscono a una pelle più sana e senza rughe.

Un altro effetto collaterale dell’invecchiamento è la perdita di elasticità e turgore della pelle. Nel corso del tempo, la pelle inizia a incurvarsi e si abbassa quando le cellule si metabolizzano e vengono sostituite meno rapidamente. Applicando le bacche di goji per via topica o ingerendole, la pelle può iniziare a ripararsi e aumentare la sua compattezza.

Possono anche aiutare a migliorare l’aspetto delle cicatrici. Le bacche di Goji aiutano ad aumentare il flusso di sangue e la circolazione nella pelle, che include il tessuto cicatriziale che esiste sotto la pelle sfregiata. L’aumento del flusso di sangue al tessuto cicatriziale aiuta a ridurre la pronuncia delle cicatrici esistenti e aiuta a velocizzare i tempi di recupero di nuovi tagli e lividi sulla pelle.

La pelle può essere danneggiata in molti modi, ma una delle forme più comuni di danno alla pelle è dovuta alla luce UV. Il consumo di bacche di goji o l’applicazione topica di un prodotto che contiene bacche di goji può aiutare a ringiovanire la pelle danneggiata e riparare gli effetti dannosi dei danni alla luce UV. Le bacche di Goji sono in grado di realizzare questa prodezza impressionante a causa dei loro alti livelli di beta-carotene. Il beta-carotene presente nelle bacche di goji può funzionare per favorire la salute della pelle. Inoltre, le bacche di goji contengono due noti antiossidanti cutanei endogeni, che sono eme ossigenasi-1 e metallotioneina. Questi due antiossidanti hanno dimostrato di facilitare la protezione fotoimmune.

contro le macchie del viso

Le macchie dell’età che si formano sul viso, le lentiggini solari, sono macchie di colore scuro che appaiono come un effetto dell’invecchiamento. Le macchie dell’età sono generalmente marrone chiaro, marrone o nero e appaiono sul viso, sulle mani, sulle spalle e sulle braccia poiché quelle aree della pelle sono le più esposte ai danni della luce UV.

Le macchie dovute all’ età sono un evento estremamente comune negli adulti, in particolare quelli di età superiore ai 50 anni. Si verificano a seguito della sovrapproduzione di melanina, che è un pigmento nella pelle. Un modo noto per scongiurare la comparsa di macchie senili è aumentare il dosaggio di Vitamina C. La vitamina C è nota per favorire il rassodamento e il rassodamento della pelle. Inoltre, la vitamina C aiuta a proteggere la pelle dalle tossine ambientali potenzialmente dannose riducendo allo stesso tempo la comparsa di macchie senili. Le bacche di Goji contengono una grande quantità di vitamina C, ecco perché possiedono la capacità unica di diminuire la comparsa di macchie di età sulla superficie della pelle. Questo è solo uno dei meravigliosi benefici delle bacche di goji.

acai_ringiovanimento

bacche di Acai

Anche le Bacche di Acai sono alleate di pelle salute in generale. Originarie del sud America, hanno ottime proprietà antiossidanti. Sono piene di polifenoli. Un interessante studio scientifico è stato condotto su alcuni corridori velocisti che assumevano succo di Acai per migliorare le loro prestazioni. Il consumo di prodotti a base di bacche di Acai dopo sei settimane non solo ha avuto un effetto positivo sulle prestazioni sportive, ma ha portato ad un notevole aumento della capacità antiossidante totale del plasma, un’ attenuazione del danno muscolare da sforzo e un sostanziale miglioramento del profilo lipidico.

Contrastano l’invecchiamento anche i cibi che contengono antocianine. Si tratta di more, lamponi, melograno e tutti i frutti di colore blu, viola e rosso scuro.

bacche-goji-online

Controindicazioni

Le bacche di Goji potrebbero interagire con alcuni farmaci. Se prendi il Coumadin (un anticoagulante ), sarebbe meglio evitare le bacche di goji. Le bacche di Goji possono anche interagire con farmaci per il diabete e farmaci per la pressione del sangue , quindi parla prima con il tuo medico.

Le bacche di Goji dovrebbero essere prese solo durante il giorno. Se assunti durante la notte, interferiscono con il normale schema del sonno e possono causare insonnia.

Dato che contengono selenio in grande quantità potrebbero influenzare la crescita del feto. Ecco perché le donne incinte dovrebbero evitare di mangiare queste bacche. Il selenio è noto per causare gravi difetti alla nascita, anormale produzione di spermatozoi e abbassamento del numero di spermatozoi.

Acquisto on line

possono essere acquistate ONLINE IN OFFERTA ATTRAVERSO AMAZON.

Prezzi

un kg di bacche di Goji costa dai 25 ai 30 euro. Quelle biologiche costano un po’ di piú, anche 40 euro al Kg.

Rimedi naturali per un effetto lifting viso, le vitamine

Per chi non volesse ricorrere alla chirurgia estetica ma rifugiarsi in quelli che sono considerati rimedi naturali per ottenere un effetto lifting viso esistono tante soluzioni. Affidiamoci innanzitutto alle vitamine, alcune delle quali sono considerate essenziali per la salute del derma e dell’ epidermide.

Nel processo di sintesi del collagene, interviene la vitamina C, della quale molti sono i fan, perchè è economica e fa bene. Gli animali, tranne qualche eccezione tra i quali l’uomo, la producono internamente in grandi quantità. Infatti non hanno problemi di carie ed un animale adulto, esteticamente non sembra poi così diverso da quello giovane. Cosa che nell’uomo invece è evidentissima. Quindi, diciamo che tutto ciò che va ad inficiare la vitamina C è negativo per la pelle. Ma ovviamente non solo.

 

Cosa fa invecchiare la pelle

I fattori di invecchiamento della pelle, quindi cose che si dovrebbero evitare o quasi, sono:

– Sole (perchè la nostra pelle è notevolmente sollecitata)
– Fumo (perchè è pieno di elementi velenosi ed ossidanti ed in particolare distrugge molta vitamina C col rischio che non sia disponibile per la sintesi del collagene)
– Zuccheri (questi provocano un processo chiamato Glicazione, che porta all’irrigidimento del collagene)

Sono i consigli delle nonne: mangia sano con pochi dolci, non fumare e attento al sole. E’ vero. Perchè prima della Scienza vi è l’esperienza. In particolare, nel periodo estivo, proteggetevi sempre dal sole con le creme. Perchè le creme filtrano i raggi UltraVioletti di tipo B e C, (UVB e UVC, mentre gli UVA sono buoni) responsabili dell’invecchiamento, che può portare anche a situazioni gravi del derma. L’ abbronzatura della pelle rappresenta una difesa non un discorso estetico, non ce la fa a resistere al sole e così anche i filtri solari, ecco perchè bisogna rimetterli ogni tanto ed evitare comunque le ore più calde.

POTREBBE INTERESSARTI: E’ arrivata anche in Italia la crema LE REEL che si può acquistare in offerta. Costa come una crema di media qualità, ma riduce fino al 33% le rughe di giovane e vecchia informazione, provare non costa molto”

Del fumo inutile dire, è massacrante. Non esistono creme che aiutino, l’unico consiglio, oltre a smettere di fumare, è di assumere vitamina C tramite integrazione (le arance, meglio ancora i kiwi, ne contengono ma non per far fronte a tutto). La Vitamina C rimane nel corpo per circa 4 ore, poi viene buttata via con l’urinaì. Dopo i 33-35 anni è consigliabile un’integrazione. Consigliata l’assunzione di un grammo al giorno integrata con bioflavonoidi (evitano l’ossidazione della vitamina) a lento rilascio, cioè dura 8 ore circa.

Le creme per il viso

E le creme per il viso, quelle ad esempio con effetto lifting? Quelle idratanti possono servire come possono essere inutili o dannose, dipende dalla qualità, che non c’entra col prezzo. Ma il miglior modo di idratare la pelle è sempre quello di fare in modo che il corpo preservi le scorte di acqua nella pelle, quindi se si migliora il benessere interiore tutto va abbastanza bene e non ci sarebbe bisogno di molte creme.

Alcune creme hanno la vitamina C, ma questa si ossida dopo qualche decina di minuti all’aria. Meglio fiale monodose di vitamina C pura. Come l’ascorbico 2-fosfato, un derivato della Vitamina C . Anche l’acido ascorbico, sempre vitamina C, (che costa molto poco in farmacia) è utile se utilizzato direttamente sulla pelle (ovviamente sciolto in acqua).

Liftactiv di Vichy : Vitamina C pura al 15%: una concentrazione elevata per un trattamento veloce che in 10 giorni
“rivoluziona” la pelle.

Redermic R di La Roche-Posay : questa crema contiene Vitamina A sotto forma di retinolo puro e retinolo a liberazione progressiva per contrastare rughe e macchie. Adatto anche alla pelle sensibile.

Crema Giorno Staminalis Glass Onion: con vitamine E e C, antiossidanti, e oli vegetali, fonti di acidi grassi essenziali, contro la disidratazione.
,

Ecco la lista delle vitamine utili per la pelle, i migliori rimedi per un effetto lifting viso:

– La Vitamina C, Vitamina E, e le Vitamine del gruppo B (il B-Complex) sono elementi importanti per la sintesi del collagene (una dose consigliata ad esempio è quella legata all’ assunzione di 500mg di Vitamina C due volte al giorno, ogni 8 ore e una capsula da 200 UI di Vitamina E)
– Tretinoina (ad esempio nome del prodotto commerciale disponibile in farmacia è Airol) elemento necessario per accelerare il ricambio delle cellule cutanee e aiutare i cheratinociti o corneociti (cellule che proteggono la pelle da agressioni esterne come luce, sole, inquinamento)
– Ancora Vitamina C, la punta di un cucchiaino di acido ascorbico sciolto in acqua e passato sulla pelle ogni due/tre giorni con un batuffolo di ovatta (l’acido ascorbico si trova in farmacia a prezzo bassissimo, ve lo preparano loro)
– Ioni di rame (che intervengono nel ripristino della pelle e nel rinforzare i capelli).

In generale sarebbe necessario fare un’analisi di minerali e metalli presente nel corpo e, in caso di squilibri, fare una cura per riportare tutto alla normalità. Se ad esempio avete carenze di qualcosa, potreste non sintetizzare bene le molecole necessarie, tra le altre cose, alla pelle. Quindi non consideriamolo solo un discorso estetico né solo invecchiamento naturale.

Ricordiamo che pelle e capelli sono la cartina di tornasole di come stiamo dentro. Quindi dicono molto del nostro stato e delle nostre abitudini (alimentari e non). Si tenga conto che ciò che ci mantiene in salute ci mantiene anche giovani, perchè non a caso le malattie e gli acciacchi si moltiplicano in vecchiaia. Insomma, tutto ciò che va nella direzione di rallentare l’invecchiamento ci mantiene in salute e viceversa.

In base ai risultati dei test sull’età biologica, ti possono venire in aiuto integratori ad hoc. Non solo vitamine o minerali per correggere eventuali carenze, ma anche geroprotettori: si tratta di estratti, soprattutto vegetali, che agiscono positivamente sui processi connessi all’invecchiamento: transresveratolo, quercetina, berberina e curcumina sono i principali. Li trovi in diversi integratori (in farmacia) che puoi assumere secondo le dosi indicate sulle confezioni a cicli di 3 mesi, seguiti da due di pausa.

Le creme per collo e seno

ci sono soluzioni, in fiale, in crema, in gel da applicare su seno e décolleté e far assorbire con lievi massaggi circolari che seguono le forme e risalgono verso il collo. La novità sono le formule in patch: Svolgono la funzione tonificante e rassodante rilasciando i principi attivi per più ore di seguito. Gli ingredienti
da ricercare?

Vitamine A ed E, dalle proprietà antiage e antiossidanti, estratto di luppolo e kigelia, ricchi di fitoestrogeni che contrastano la perdita di tono, centella elasticizzante, echinacea tonificante», elenca il cosmetologo. Anche le spugnature fredde contribuiscono a mantenere la compattezza della zona e puoi farle sotto la doccia: disegna un 8 con getto di acqua fredda alternato a uno di acqua tiepida per 3 volte.

Le creme per braccia e cosce

Per quanto riguarda il resto del corpo, specie zona interno coscia e braccia, scegli le creme rassodanti: Ricerca nelle formule attivi come peptidi,
fitoestrogeni e fitosteroli, oltre ad agenti nutrienti (karité, argan), filmogeni e tensori (alghe, proteine del grano) ed elasticizzanti (collagene). Applica il rassodante due volte al giorno, mattino e sera non solo nel periodo del regime alimentare, ma anche dopo, in modo da aiutare i tessuti ad adattarsi al tuo nuovo peso.

Rilastil Xerolact (Atopic) Mousse : Con Omega 3, 6 e 9 e niacinamide (vitamina B3) aiuta la pelle molto secca a
tendenza atopica. ,

Se il viso ha perso volume cosa fare

Nel corso della dieta, specie se drastica, ti accorgerai che anche il volto perde volume: un’ottima notizia se si tratta di eliminare un accenno di doppio mento, ma mantieni la pelle elastica e previeni il cedimento cutaneo non lesinando sugli “aiutini” o meglio i booster in gocce da utilizzare al bisogno.

In questo caso i tuoi alleati sono collagene, elastina, peptidi rassodanti che ti aiutano a mantenere turgore e definizione all’ovale del viso: le fibre elastiche,
infatti, permettono alla pelle di riprendere la forma via via che le rotondità si attenuano. Si applicano dopo la detersione e prima del duo siero+crema. Attenta, però: non sostituiscono la tua beauty routine, la integrano con un gesto supplementare.

E le loro consistenze fresche, di assorbimento rapido, sono un piacere che è facile concedersi. Specie se al piacere seguono i risultati, come accade per questi cosmetici super-concentrati. Un’ulteriore coccola è rappresentata dall’abbinamento maschera-massaggio: «Le maschere in alginato determinano un abbassamento della temperatura cutanea che induce una ridefinizione dell’ovale. Unite al massaggio dell’estetista creano un ulteriore effetto lifting.

Il Siero Midnight Recovery Concentrate per il lifting della pelle del viso

siero kiehlSiamo cresciuti con l’idea che l’uso di olii non sia un bene per la pelle. Troppo grasso che ostruisce i pori e danneggia la cute, dicono i dermatologi. Kiehl’s, marca newyorkese presente ora anche in Italia, lancia invece il suo siero (Midnight Recovery Concentrate) di realizzazione botanica e naturale, senza acqua e a base di enotera (si estrae dal fiore della Primola) che mantiene la pelle idratata ed elastica e squalano, grasso vegetale con una struttura molecolare simile a quella dei lipidi della pelle.

I laboratori di ricerca di Kiehl’s, nata nel 1851 in una farmacia di New York, hanno dimostrato che l’olio naturale è in grado di fornire un aiuto più efficace rispetto alle creme, dato che quelli essenziali hanno una piccola struttura molecolare che penetra facilmente la pelle. Non è comunque una novità. L’uso dell’ olio viene utilizzato nella cura della pelle da secoli, in particolare nella medicina ayurvedica e sono molte le donne che usano quello di Argan o di Jojoba anche sul viso per combattere le rughe ed idratare la pelle. E ‘anche un punto di forza che si ritrova in prodotti di marche come Darphin, Clarins e Decleor.

Il Midnight Recovery Concentrate di Kiehl’s si chiama così perchè “vive” di notte. Agisce infatti nelle ore in cui l’epidermide è naturalmente predisposta ad un miglior assorbimento degli olii attivi, da mezzanotte alle 4 della mattina. In questo lasso di tempo infatti il flusso del sangue aumenta, il ricambio cellulare è al top così come la capacità di assorbire i principi attivi del siero.

Il prodotto di Kiehl’s è al 98% composto da ingredienti naturali e non ha parabeni. Ci sono inoltre oli essenziali di lavanda, coriandolo, semi del frutto di Rosa Canina che insieme forniscono un apporto di Omega 3, 6 e 9 capaci di dare un rinforzo alla barriera cutanea e mantenere la pelle idratata e liscia.

Attrici come Julienne Moore, Uma Turman e Jessica Alba hanno recentemente ammesso di far uso del siero della Kiehl’s. Il prodotto è acquistabile online sul sito della Kiehl’s oppure nei punti vendita sparsi in Italia.

Un flaconcino da 50 Ml costa 55 euro, va applicato prima di andare a dormire nella quantità di 2 o 3 gocce con la punta delle dita picchiettando dolcemente su guance, mento e fronte per distribuirlo uniformemente.

 

Rimedi naturali anti invecchiamento, meglio l’aloe vera di un lifting?

La pianta dell’ aloe vera è ormai considerata un punto fermo nel campo dei rimedi naturali. E’ utile per moltissime patologie. Agisce come anti infiammatorio, depurante, è lenitiva per le ferite e per le abrasioni, lavora come stimolante per il sistema immunitario, ma non tutti sanno che è considerata anche un rimedio naturale anti invecchiamento, un lifting del viso naturale. Il grande potere di ringiovanimento dell’aloe si identifica nella sua capacità di aumentare la produzione di fibroblasti umani 6-8 volte più rapidamente del normale.

I fibroblasti sono cellule che si trovano nel derma e sono responsabili della produzione di collagene,una proteina di supporto della pelle che la rende soda ed elastica. Con ripetute esposizioni al sole ed attraverso il normale processo di invecchiamento, i fibroblasti rallentano la produzione di collagene e, man mano che avanziamo con l’età, la qualità del collagene si riduce e le rughe si evidenziano.

L’ aloe non soltanto migliora la struttura dei fibroblasti, ma accelera anche il processo di produzione del collagene. La chiave di tale processo risiede nei polisaccaridi e nelle loro proprietà idratanti e coesive. Molti prodotti per la pelle che promettono benefici contro l’invecchiamento non fanno altro che idratare temporaneamente la pelle; non stimolano la produzione di collagene naturale e le rughe del viso tendono a restare tali e quali prima.

La produzione di collagene non è l’unico contributo dell’aloe alla battaglia contro l’invecchiamento. Con il passare degli anni, molta gente tende a sviluppare delle macchie di età sulle mani, dovute ad un complicato processo chimico all’interno del corpo come anche a fattori esterni quali la luce solare. L’aloe, tuttavia, contiene un potente agente inibente che può realmente invertire questo processo, fornendo alla pelle componenti necessari per un ringiovanimento a livello cellulare, producendo una pelle più morbida, piu’ elastica è quindi più giovane. Non solo quindi agisce come un potente antinvecchiamento ma questa pianta miracolosa aiuta anche a mantenere il fegato e reni in buone condizioni, può inoltre aiutare correggere le disfunzioni epatiche.

L’aloe vera è venduta in erboristeria in pillole gel, puo’ anche essere bevuta (succhi di frutta). Importante è comprendere la percentuale di quantità di aloe contenuta nel prodotto, se scarsa può vanificare qualsiasi effetto.

Altri elementi antietà ricchi di antiossidanti e vitamine sono le Bacche di Goji. Le prime originarie di Cina e Nepal, le seconde provengono dal sud America. Si trovano sotto forma di frutta essiccata oppure in polvere o in capsule o nei succhi frutta puri o mixati.

I cibi che riducono le rughe, il salmone è la vera alternativa al lifting del viso

Per ridurre le rughe ed i segni del tempo non c’è bisogno di un lifting del viso, basta mangiare alcuni cibi come il salmone. E’ questa la sintesi del pensiero di Nicholas Perricone uno dei dermatologi piu’ famosi del mondo autore di un bestseller in Usa dal titolo “the wrinkle cure” tradotto in Italia “Una pelle senza età“.

Per il dottor Perricone il salmone possiede una delle chiavi vitali per apparire giovani: contiene in buona quantità il DMAE dimetilaminoetanolo una sostanza antiinfiammatoria naturale che contribuisce a mantenere l’elasticità cutanea migliorando le funzioni cerebrali e della memoria. Mangiarlo quindi in quantità riduce ed elimina addiruttura le rughe, un vero e proprio lifting naturale del viso. “Il salmone ha inoltre effetti benefici sui nervi connessi ai muscoli della pelle, mangiandolo assumiamo DMAE e combattiamo in maniera naturale i segni del tempo“, dice Perricone.

Per il dermatologo l’invecchiamento è una malattia, ha tutti i segni della malattia ed è talmente convinto di questo che ha fondato 5 anni fa la conferenza internazionale Anti-Ageing, dove specialisti di tutto il mondo si danno appuntamento ogni anno per combatterla. Lo stesso Perrone è il padre della “Teoria Infiammatoria dell’ invecchiamento” che spiega così: “quando vedo al microscopio una parte del corpo colpita dal cancro vedo dell’ infiammazione tutto intorno. Quando ero giovano chiedevo ai miei professori perchè. Loro mi rispondevano che era la risposta con cui il corpo si difendeva per creare immunità. Quando poi ho iniziato a studiare la dermatologia e osservavo al microscopio le rughe della pelle vedevo intorno la stessa infiammazione. Alla stessa stregua di come fa con una malattia anche per la pelle il corpo risponde con un’infiammazione“. Da qui è nata la teoria, l’invecchiamento è una malattia e come tale deve essere combattuta, come ad esempio facciamo contro un’artrite.

Il dottor Perrone afferma che già con una dieta di 3 giorni fatta a base di salmone si possono vedere i primi risultati contro le rughe. “Il cuore della dieta per le rughe sta nel mangiare salmone alla griglia, anche due volte al giorno accompagnato da insalate. Anche al mattino si può consumare“. Altrimenti per la prima colazione vanno bene prodotti a base di farina d’avena e poi frutta fresca come frutti di bosco, meloni, mele e kiwi.

Ma davvero bastano tre giorni di dieta per vedere ridurre le proprie rughe dal viso?
Quando si ha meno infiammazione si perde acqua dal corpo, questo significa che si perde gonfiore al viso, in questo modo si tende ad avere contorni del viso più nitidi. La pelle sarà più radiosa, e le piccole rughe tenderanno a ridursi anche in due o tre giorni“, assicura l’esperto.

Per il dermatologo il nemico numero uno della pelle è anche lo zucchero, responsabile al 50% dell’ invecchiamento cutaneo. Non solo zucchero però ma anche pane, riso e pasta che vengono convertiti in zucchero dal corpo: “quando si ha un rapido aumento della glicemia si ottiene infiammazione, lo zucchero poi attacca direttamente il collagene“.

In sostanza, il dottor Perricone è convinto che il processo di invecchiamento può essere rallentato, l’aspettativa di vita è cambiata e si è allungata, dobbiamo mantenere in piena forma anche l’involucro esterno.