Bacche di Goji e Bacche di Acai per il Ringiovanimento

Il processo di invecchiamento cutaneo può essere accellerato o rallentato a seconda del nostro stile di vita e di ciò che mangiamo. Di questo ne è convinto Robert Gallo, il famoso immunologo che scoprì insieme a Luc Montagnier il virus responsabile dell’ Aids e che ha dichiarato che l’uomo potrebbe vivere anche fino a 180 anni.

Seguendo le considerazioni di altri ricercatori, secondo cui le cause del buon invecchiamento sono legate soltanto per un terzo ai geni che ereditiamo mentre per due terzi dipendono dal nostro stile di vita, oggi andremo alla ricerca degli alimenti idonei per nutrire il viso ed in particolare studieremo gli effetti delle Bacche di Goji e delle Bacche di Acai.

Un’ulteriore conferma dell’ìmportanza dell’ alimentazione per vivere a lungo arriva dalle statistiche. I posti in cui vivono piú centenari al  mondo sono: Sardegna, l’isola in Grecia Ikaria e Okinawa in Giappone. Un recente servizio de le “Iene” di Nadia Toffa ha mostrato i cibi con cui si nutrono i centenari di Okinawa: tantissima frutta, verdura, bevono tè al gelsomino e mangiano poco.

Per mantenersi giovane e bella la pelle ha bisogno infatti di vitamine e antiossidanti che proteggono dai radicali liberi, in particolare di vitamina C contenuta
in cibi come agrumi, kiwi, pomodori e nelle verdure a foglia verde. Molto utili i cibi ricchi di vitamina E come la frutta secca, di proteine contenute nella carne magra (l’ Oms, Organizzasione Mondiale della Sanità, ha recentemente classificato la carne rossa come potenzialmente cancerogena) , che aiutano a preservarne la struttura, di grassi sani contenuti nel pesce e nell’olio extravergine d’oliva, di fitonutrienti della frutta e verdura che aiutano a regolare i processi di riparazione cellulare.

Importante, bere tanta acqua. Fondamentale per mantenere la pelle ben idratata. In natura, poi, esistono cibi che svolgono un’ azione antinvecchiamento grazie alle loro capacità antiossidanti. Tra i supercibi anti-age ci sono le bacche di Goji.

bacche di Goji

bacche_goji

bacche_goji

Combattono l’invecchiamento grazie al loro contenuto di ferro, potassio, zinco, calcio, betacarotene e vitamina C. Insomma sono una bomba di principi nutrienti antiossidanti. Vengono coltivate nell’est asiatico, in particolare in Cina, Himalaya, Nepal e Mongolia. Il frutto si presenta come una bacca allungata rossa con all’ interno dei semini.

C’è molta attività di marketing dietro i benefici di questa bacca. Vengono commercializzate sotto forma di capsule, ma anche come succhi di frutta, di solito pastorizzati puri o mescolati con altri succhi di frutta oppure in frutta disidratata o in polvere.

E ‘comunque una fonte molto importante di antiossidanti, con una percentuale molto elevata di carotenoidi, ma anche di quattro polisaccaridi (zuccheri) considerati i composti attivi responsabili degli effetti benefici.

Le Bacche di Goji contengono:

  • 18 tipi di amminoacidi acidi, in quantità otto volte superiori a quelli trovati nel polline. Contengono anche amminoacidi acidi, tra cui il triptofano e isoleucina;
  • 21 tipi di oligoelementi di zinco,ferro, selenio e fosforo;
  • hanno più beta-carotene rispetto alle carote: 8,4mg contro 6.6mg per 100g
  • presentano il calcio in quantità quasi come il latte: 120mg per 100g contro 112,5mg
  • più proteine ​​del grano: 12,10g 10,59g contro per 100g
  • vitamine, tra cui B1, B2, B6, C e E;
  • Il beta-sitosterolo che ha proprietà anti-infiammatorie.

 

bacche di Acai

acai_ringiovanimento

Originarie del sud America, hanno ottime proprietà antiossidanti anche le bacche di Acai. Sono piene di polifenoli. Un interessante studio scientifico è stato condotto su alcuni corridori velocisti che assumevano succo di Acai per migliorare le loro prestazioni. Il consumo di prodotti a base di bacche di Acai dopo sei settimane non solo ha avuto un effetto positivo sulle prestazioni sportive, ma ha portato ad un notevole aumento della capacità antiossidante totale del plasma, un’ attenuazione del danno muscolare da sforzo e un sostanziale miglioramento del profilo lipidico.

Contrastano l’invecchiamento anche i cibi che contengono antocianine. Si tratta di more, lamponi, melograno e tutti i frutti di colore blu, viola e rosso scuro.

Matricium il trattamento in Fiale per le Rughe del Viso

Matricium di Bioderma è uno dei tanti prodotti antirughe che si è affacciato recentemente sul mercato. Si presenta in fiale monodose per uso topico coadiuvanti nella lotta contro il fotoinvecchiamento, ma non solo. Nella scatola, costo di circa 60 euro, si trovano 30 fiale da 1 ml. per un uso quotidiano. E’ realizzato dall’ azienda francese Bioderma che produce prodotti dermocosmetici nella sua sede di Lione e li distribuisce in tutto il mondo, Italia compresa.

Matricium è ideale per diminuire parzialmente l’estensione delle rughe del viso, ma anche per coloro che presentano lesioni cutanee superficiali, segni dovuti a trattamento laser, conseguenze da peeling, dermoabrasione, incisioni chirurgiche e in caso di ustioni di primo grado. E’ indicato anche in caso di irritazioni cutanee localizzate causate dal sole, vento, freddo e da disturbi ormonali.matricium-rughe

Come detto si usa quotidianamente. Si applica sul viso deterso prima di andare a dormire la sera e restituisce, dopo pochi giorni, luminosità e brillantezza al viso dando un aspetto più rilassato al volto. Il trattamento dura 1 mese e può essere ripetuto 4 volte durante l’anno.

All’ interno della fiale ci sono elementi che si trovano naturalmente nella pelle come aminoacidi, vitamine, sali minerali e peptidi. Si ricreano così le condizioni ottimali per la vita delle cellule responsabili dell’elasticità della pelle. Matricium di Bioderma non è né un cosmetico, né un medicinale, ma un dispositivo medico di libera vendita nelle farmacia che può essere acquistato senza prescrizione medica. Si trova anche su molti store online di prodotti di bellezza.

I principali componenti di Matricium (non è presente però la percentuale): Ialuronato di sodio, cloruro di sodio, L-Alanyl-L-glutammina, D-glucosio, L-Arginina HCL, Acetato di sodio, sodio fosfato, L-Leucina, L-serina, cloruro di magnesio, L-Valina, Sodio piruvato, L-lisina HCL, L-Istidina HCL, L-cisteina HCL, Adenina, L-treonina, inositolo, Acido Glutammico, L-asparagina, L-metionina, L-tirosina sodio, L-fenilalanina, L-triptofano, L-alanina, glicina, L-Isoleucina, Acido Aspartico, solfato di sodio, Acido Folico, timidina, Cyanocobalamine, D-calcio pantotenato, tiamina HCL, Acido Lipoico, solfato di zinco, Salicilato di sodio, piridossina HCL, Nicotinamide, Riboflavina, D-biotina, solfato di ramee, ammonio molibdato, Vanadateo d’ammonio, L-prolina, idrossiprolina, Acido Ascorbico, adenosina, guanina, desossiribosio, ribosio, fosfato di sodio Dibasique diidrato, Peptidi bioattivi, frutto-oligosaccaridi, xilitolo, Ramnosio monoidrato, mannitolo.

Testato contro il Nickel il prodotto è Ipoallergenico e Non comedogenico.

Ringiovanimento delle Mani Come viene Effettuato

lifting maniSpesso interveniamo in maniera massiccia con un lifting al viso, al collo, ma tralasciamo una parte importante del nostro corpo, le mani. Rivelano più di quanto possiamo credere sulla nostra età. Una faccia levigata e rilassata con mani grinzose fa insospettire più di una persona e, in ogni caso, non è armoniosa. Per prendersi cura delle mani ci sono tante soluzioni per il suo ringiovanimento.

Possiamo agire in maniera chirurgica con un lifting ma il più delle volte si opta per l’uso di filler riassorbibili. Il più utilizzato è senza dubbio l‘acido ialuronico, però di nuova concezione, specifico per pelli sensibili e delicate come quella del dorso delle mani. Altri dermafiller sono a base di microsfere di idrossiapatite di calcio, mentre tra le novità c’è un filler costituito dalla combinazione di microsfere di policaprolattone, polimero biodegradabile, e un gel a base di carbossimetilcellulosa.

Che cos’è l’acido ialuronico:

si tratta di uno dei componenti fondamentali dei tessuti connettivi, che conferisce alla pelle le proprietà di resistenza e mantenimento della forma. La sua mancanza è causa di indebolimento della cute con conseguente formazione di rughe. Con l’avanzare dell’età la sua concentrazione nei tessuti tende a diminuire.

La sua proprietà è quella di richiamare acqua al tessuti restituendo pienezza, tonicità e idratazione alla pelle, in ambito estetico cancella le rughe. Per le mani, ma anche per le braccia, si iniettano nel derma sostanze biocompatibili e riassorbibili. Aminoacidi in gel di agarosio allo 0,1%. Piccole iniezioni vengono fatte penetrare sollevando la cute per evitare travasi ematici, nella zona infatti ci sono numerosi vasi sanguigni. Vengono stimolati i citoplasti, ciò permette di dare una maggiore compattezza e tonicità alla cute.

Che cos’è l’idrossiapatite di calcio:

si tratta del principale costituente minerale del tessuto osseo. Il filler è composto da microsfere di ioni di calcio e fosfato (principali componenti delle ossa) insieme a una soluzione acquosa di gel.
– E’ considerato un prodotto biocompatibile e non necessita di alcun test allergico prima di sottoporsi al trattamento.
– E ‘in grado di sollecitare i fibrobfasti (cellule del tessuto connettivo) a formare nuovo collagene e mantenere il risultato correttivo per circa 12 mesi.

Che cos’è la carbossimetilcellulosa:

si tratta di un derivato della cellulosa, usato come addensante dei prodotti alimentari. Trova impiego in diversi settori merceologici: dai prodotti farmaceutici, alle vernici, a quelli cartacei.
– Inoltre, essendo un prodotto biocompatibile e biodegradabile non allergenico non provoca alcun effetto collaterale.
– In medicina estetica viene utilizzata perché crea nuova matrice Intercellulare e
mantiene il suo effetto di riparazione a lungo (un anno circa) senza l’aggiunta di sostanze chimiche.

Che cos’è il policaprolattone:

si tratta di una sostanza biocompatibile utilizzata da tempo in campo farmacologico e nelle applicazioni biomedicali.
– La sua caratteristica è il lento riassorbimento, molto apprezzata in campo estetico, perché consente di mantenere
nel tempo l’effetto correttivo e, quindi, ottimizzare il risultato estetico.
– In effetti, dalla ricerca scientifica è emerso che l’unione della carbossimetilcellulosa con il policaprolattone, oltre a garantire un bioriassorbimento controllato, consente di determinare prima di iniziare il trattamento, la durata dell effetto correttivo, di 12 oppure 24 mesi.
– Entrambe le sostanze stimolano la formazione di nuovo collagene, consentendo cosi la ristrutturazione del tessuti dermici assottigliati. Anche per questo filler non è richiesto alcun test di sensibilità preliminare al trattamento.

Il trattamento di ringiovanimento per le Mani

lo specialista dopo un’attenta visita inizia il trattamento. Dapprima si applica una crema anestetica, oppure si inietta direttamente sul dorso delle mani una piccola quantità di anestetico per attenuare il leggero fastidio che si avverte durante l’infiltrazione del filler.

Le microiniezioni dei filler dermali sono eseguite negli spazi interdigitali, seguite da un leggero massaggio per plasmare il prodotto. Per ottenere una distribuzione omogenea e la quantità controllata di prodotto, esiste una metodica che sostituisce la tradizionale siringa con una microcannula flessibile. Ciò consente di rendere il trattamento meno doloroso, di evitare ematomi e di rilasciare quantità di sostanza sempre uguali.

L’effetto del filler è immediato, il dorso delle mani è rimpolpato, le vene sono meno evidenti, gli spazi intermetacarpali appaiono meno profondi e la pelle meno flaccida e più tirata, sebbene i miglioramenti proseguono per qualche settimana. Non ci dovrebbero essere effetti secondari significativi, anche se non si può escludere una formazione di edemi e rossori.

In ogni caso è consigliabile, per qualche giorno, evitare saune e bagni caldi per scongiurare reazioni infiammatorie. Inoltre, per prolungare l’effetto “ringiovanimento” è consigliabile effettuare, con una cadenza decisa dal medico, un ciclo di sedute di peeling chimico per migliorare la consistenza della pelle. Nel corso del tempo gli effetti tendono a placarsi, scomparendo del tutto dopo circa 10-12 mesi.

I prezzi:

dipende dal tipo di filler utilizzato e dalla quantità utilizzata. I prezzi per una seduta vanno da 300 a 500 euro per tutte e due le mani.

Perchè una persona ha più rughe di altre

Come mai alcune persone invecchiano meglio di altre? Perchè ci sono uomini e donne che a 40 anni hanno il viso segnato mentre altri ne dimostrano 10 di meno? Diciamo che per buona parte il problema è genetico, dipende molto dalla qualità delle cellule del derma, che in alcune persone rallentano la loro attività precocemente.

Contano poi la qualità della pelle più è secca che tende a segnarsi e la forma del viso: le rughe si formano prima su un volto magro o lungo perché questa struttura scheletrica non offre sostegno alla pelle che diventa sempre più sottile e tende a scivolare verso il basso.

Gli stili di vita: fumo, consumo eccessivo di alcol e droghe, una vita dura, ma anche un’alimentazione sregolata, il ricorso a diete drastiche, condizioni prolungale di stress, nonché l’esposizione non protetta ai raggi del sole sono tutti fattori che compromettono l’equilibrio della pelle, favorendone un precoce invecchiamento.rughe

Il consumo di zucchero favorisce le rughe: troppo glucosio aumenterebbe l’insorgere di rughe. Lo  sostengono alcuni medici dell’università di Leiden. in Olanda, che hanno pubblicato una ricerca secondo la quale troppo zucchero può compromettere la qualità della pelle, qui i risultati della ricerca. In particolare, è stato notato che ridurre il dolce farebbe sembrare più giovani di qualche anno, gli eccessi rappresentano, infatti, un fattore di invecchiamento precoce.

Il sole: l’esposizione prolungata al sole, nelle ore più pericolose (11-16) è responsabile del fotoinvecchiamento della pelle che se si somma all’ invecchiamento biologico legato all’età, determina la comparsa delle rughe. Proteggersi quindi è la migliore strategia preventiva: servono i solari quando ci si espone in modo diretto al sole, ma anche idratanti e trattamenti da giorno con filtri solari da usare tutto l’anno.

I pensieri della vita: il pensiero positivo, l’ottimismo, il gioire di piccole cose della vita facilita il rilascio di endorfine, sostanze che distendono la muscolatura e tendono a spianare le rughe legate alle contratture da nervosismo.

La dieta: abbiamo già visto che ci sono degli alimenti che aiutano a combattere le rughe, il pesce sopratutto, ricco di Omega 3, In particolare il salmone che contiene il dimetilaminoetanolo sostanza antiinfiammatoria naturale che contribuisce a mantenere l’elasticità cutanea.

Come capire se invecchiamo bene rispetto all’ età che abbiamo

Lo stato di invecchiamento, lo sappiamo, non corrisponde necessariamente all’età anagrafica. Esiste un test genetico, su cellule prelevate dalla bocca con un tampone, che trova eventuali piccole mutazioni (polimorfismi) dei geni che regolano alcuni processi cellulari connessi con l’invecchiamento. Ciò è utile per capire se siamo predisposti o meno a un loro malfunzionamento e quali sono i nostri punti deboli.

Esami del sangue e delle urine, invece, valutano l’eventuale alterazione di alcuni biomarcatori dell’invecchiamento (come omocisteina, citochine infiammatorie, proteina C infiammatoria, fibrinogeno e proteine glicate), segno di un malfunzionamento di questi processi già in atto. In più, permettono di analizzare i livelli degli ormoni, dei radicali liberi, degli acidi grassi,le concentrazioni di vitamine, oligoelementi e metalli pesanti, e individuare squilibri e carenze.

Questi test costano tra i 100 ed i 300 euro per quelli di laboratorio e dai 200 in su (dipende dal numero di esami) per il test.