Ialuset Viso Funziona ? La crema con acido ialuronico

Sul mercato ci sono diversi sieri, creme e lozioni a base di acido ialuronico. Commercialmente parlando alcune vengono indicate come “trattamenti di bellezza” o di “ringiovanimento”, altre creme, parliamo di Ialuset, indicano un uso diverso. Questa crema, dal prezzo veramente irrisorio se confrontata con altri prodotti, riporta sulle indicazioni “adatta per il trattamento di ferite non infette,con essudato, o sovrainfette”. Insomma è un potente cicatrizzante.

Questo perchè l’acido ialuronico è un componente chiave della matrice extracellulare ed è noto per essere coinvolto in diversi meccanismi del processo di guarigione della ferita. È stato dimostrato che migliora e accelera il processo di guarigione delle ferite, sia croniche che non. Proprio per queste sue proprietà viene utilizzato anche come “filler dermale” per riempire i solchi del viso o le rughe che si sono formate nel tempo.

ialuset-viso

Ialuset per il viso

Ialuset viso funziona? Sicuramente se abbiamo una ferita in maniera assoluta, ma nulla ci vieta anche di utilizzarla come crema di bellezza. La cosa ottima è che questa crema contiene, come riportato nella confezione, acido ialuronico allo 0,2%. E’ una componente alta rispetto a tutte le altre creme con acido ialuronico vendute anche a prezzi piú alti.

L’acido ialuronico è di moda nel mondo della guarigione delle ferite.E sembra che questa posizione di privilegio durerà a lungoLa chiave per comprendere il ruolo benefico di questa molecola nella chiusura e guarigione della ferita è data dall’analisi del processo di guarigione del feto . Nel feto, la guarigione generalmente comportala rigenerazione dei tessuti , non la riparazione dei tessuti.

Il processo è rapido,senza fase infiammatoria e senza cicatrici. Questa assenza di infiammazione è influenzata dalla composizione della matrice extracellulare del feto, che è diversa da quella dell’adulto. L’ acido ialuronico, che è abbondante nel derma fetale perché degrada in misura minore. Inibendo l’aggregazione piastrinica, produce una diminuzione dei fattori di crescita e dei mediatori dell’infiammazione nella ferita.

Come si applica

la crema Ialuset, prodotta da IBSA farmaceutica, è disponibile anche in Ialuset Plus, Ialuset spray e Ialuset garze, ed è venduta in farmacia in tubetti da 25 grammi. Costa poco piú di 10 euro. Non c’è bisogno di prescrizione medica per l’acquisto visto che è considerato farmaco da banco.

Si applica sulla ferita precedentemente disinfettata che non sia essudata. Il gel, per quel che riguarda le rughe, può essere applicato direttamente sulla zona interessata del viso , tutti i giorni. Non unge e lascia la pelle morbida. Prima di iniziare questo tipo di trattamento confrontatevi con il vostro medico o con un dermatologo che vi spiegherà attentamente il ruolo dlel’ acido ialuronico.

La Connettivina per ridurre le Rughe

Si sente un gran parlare nei forum di discussione della Connettivina per ridurre le rughe. Si tratta di un prodotto a marchio registrato venduto in crema, gel e spray, vedi qui sul sito della casa produttrice, che è utilizzato per le ustioni, ulcerazioni, scottature ecc. Insomma è un “riparatore” della pelle che si è bruciata.

Viene utilizzata anche in ospedale per aiutare i pazienti che hanno dei decubiti, al pari della crema Fitostimoline. Che c’entra tutto ciò con le rughe? Visto che è un “riparatore cellulare” e che la crema contiene acido ialuronico allo 0,2% potrebbe essere un ottimo antirughe, ed infatti molti la utilizzano per questo scopo.

C’è anche un’altra crema cicatrizzante con acido ialuronico allo 0,2% ed è IALUSET VISO.


Contiene, oltre al già citato acido ialuronico, anche Sulfadiazina Argentica, potente antibatterico appartenente alla famiglia dei sulfamidici. Ci sono poi eccipienti come il Polietilenglicole, il 400 monostearato, l’acido oleico, e il propile p-idrossibenzoato.

Si mette come una normale crema antirughe e si lascia asciugare sul viso, per l’acquisto in farmacia non c’è bisogno nemmeno della ricetta medica. E’ la presenza del sulfamidico però che ci spinge a pensare che deve essere usata con cautela.

Una buona alternativa è rappresentata da VIPER TRIPEPTIDE che si trova in offerta seguendo questo link, si tratta di una crema che ha lo stesso, componente, acido ialuronico coniugato al burro di karitè puro, appena arrivata anche in Italia. Ne parlano molto bene.

Ma la Connettivina funziona?

Come sempre cerchiamo di darvi delle informazioni “scientifiche” e più quanto veritiere possibile anche se le ricerche pubblicate vanno sempre prese con le pinze. Il campione su cui sono stati fatti gli esperimenti potrebbe non essere rappresentativo, i risultati “poco trasparenti” ecc. In ogni caso anche questa volta prendiamo a riferimeno Pub Med, il sito statunitense dove vengono pubblicate tutte le ricerche scientifiche. Lo studio è italiano effettuato dal’ Azienda Ospedaliero universitaria S. Orsola Malpighi, Bologna dai dottori Paghetti A, Bellingeri A, Pomponio G, Sansoni J, Paladino D, vedi testo.

Sono stati esaminati 127 pazienti: l’obiettivo dello studio era quello di valutare l’efficacia, la tollerabilità e le modalità di applicazione dell’ acido ialuronico associato a sulfadiazina argentica ( Connettivina Plus). I pazienti erano in stato di decubito. C’è stato un miglioramento o a seconda una completa guarigione delle lesioni nel 67% dei pazienti dopo 10 giorni da inizio trattamento.  Del 76% dopo 20 giorni e dell’ 87% dopo 35 . L’uso di acido ialuronico associato a sulfadiazina argentica è stato quindi efficace per il trattamento di lesioni di grado 2-3.

Altro studio questa volta dal Dipartimento di Chirurgia Plastica Ricostruttiva del centro ospedaliero di Tolosa Rangueil, Francia. Questa volta sono stati trattati 111 pazienti con età compresa tra 18 e 75 anni con ustioni profonde e leggere del derma. Il trattamento con connettivina è avvenuto ogni giorno per 4 settimane fino a completa guarigione. Anche in questo caso le ferite sono guarite.

Matricium il trattamento in Fiale per le Rughe del Viso

Matricium di Bioderma è uno dei tanti prodotti antirughe che si è affacciato recentemente sul mercato. Si presenta in fiale monodose per uso topico coadiuvanti nella lotta contro il fotoinvecchiamento, ma non solo. Nella scatola, costo di circa 60 euro, si trovano 30 fiale da 1 ml. per un uso quotidiano. E’ realizzato dall’ azienda francese Bioderma che produce prodotti dermocosmetici nella sua sede di Lione e li distribuisce in tutto il mondo, Italia compresa.

Matricium è ideale per diminuire parzialmente l’estensione delle rughe del viso, ma anche per coloro che presentano lesioni cutanee superficiali, segni dovuti a trattamento laser, conseguenze da peeling, dermoabrasione, incisioni chirurgiche e in caso di ustioni di primo grado. E’ indicato anche in caso di irritazioni cutanee localizzate causate dal sole, vento, freddo e da disturbi ormonali.matricium-rughe

Come detto si usa quotidianamente. Si applica sul viso deterso prima di andare a dormire la sera e restituisce, dopo pochi giorni, luminosità e brillantezza al viso dando un aspetto più rilassato al volto. Il trattamento dura 1 mese e può essere ripetuto 4 volte durante l’anno.

All’ interno della fiale ci sono elementi che si trovano naturalmente nella pelle come aminoacidi, vitamine, sali minerali e peptidi. Si ricreano così le condizioni ottimali per la vita delle cellule responsabili dell’elasticità della pelle. Matricium di Bioderma non è né un cosmetico, né un medicinale, ma un dispositivo medico di libera vendita nelle farmacia che può essere acquistato senza prescrizione medica. Si trova anche su molti store online di prodotti di bellezza.

I principali componenti di Matricium (non è presente però la percentuale): Ialuronato di sodio, cloruro di sodio, L-Alanyl-L-glutammina, D-glucosio, L-Arginina HCL, Acetato di sodio, sodio fosfato, L-Leucina, L-serina, cloruro di magnesio, L-Valina, Sodio piruvato, L-lisina HCL, L-Istidina HCL, L-cisteina HCL, Adenina, L-treonina, inositolo, Acido Glutammico, L-asparagina, L-metionina, L-tirosina sodio, L-fenilalanina, L-triptofano, L-alanina, glicina, L-Isoleucina, Acido Aspartico, solfato di sodio, Acido Folico, timidina, Cyanocobalamine, D-calcio pantotenato, tiamina HCL, Acido Lipoico, solfato di zinco, Salicilato di sodio, piridossina HCL, Nicotinamide, Riboflavina, D-biotina, solfato di ramee, ammonio molibdato, Vanadateo d’ammonio, L-prolina, idrossiprolina, Acido Ascorbico, adenosina, guanina, desossiribosio, ribosio, fosfato di sodio Dibasique diidrato, Peptidi bioattivi, frutto-oligosaccaridi, xilitolo, Ramnosio monoidrato, mannitolo.

Testato contro il Nickel il prodotto è Ipoallergenico e Non comedogenico.