Quick lift per il viso, procedure mini invasive per ringiovanire

prezzi mini liftingL’operazione di lifting del viso permette ai pazienti di ringiovanire ed avere un volto piu’ disteso e rilassato. Fin qui ci siamo, lo abbiamo capito, quello che solitamente non tutti conoscono però sono le tecniche chirurgiche con cui vengono realizzate le operazioni. Esistono diverse procedure, da quelle classiche alle nuove, meno invasive, piu’ rapide (da qui il nome “quick lift”). Sono i cosiddetti mini lifting, quelli che negli ultimi tempi vanno per la maggiore, con un ricovero breve, una degenza post-operatoria veloce e meno invasività.

Il primo obiettivo di un chirurgo plastico quando esegue un lifting del viso è quello di tirare in alto la pelle per spianare rughe, avvallamenti e segni del tempo.Utilizzando una procedura classica tutto ciò non è certo veloce. Di solito il paziente pernotta una notte in clinica in ospedale per poi osservare qualche settimana di assoluto riposo.
Le incisioni in questo caso vengono fatte per sollevare tutti gli strati della pelle del viso che vengono tirati su insieme ai muscoli sottocutanei. La pelle che si trova in eccesso viene tagliata ed i punti di sutura applicati dietro le orecchie e nella linea del cuoio capelluto per ancorare il “tiraggio”. L’obiettivo è quello di rendere un lifting omogeneo che coinvolga in maniera armonica tutte le parti del viso senza esagerare nell’ effetto.

Sviluppi nella tecnica del lifting viso:
Il lifting tradizionale, ancora largamente utilizzato, utilizza come abbiamo visto una tecnica abbastanza invasiva, che richiede incisioni con il bisturi multiple, e sposta in alto tutto il tessuto del viso. Poiché questa tecnica è ancora abbastanza “pesante” da supportare e non tutti i pazienti sono disposti ad affrontare un’operazione del genere i medici hanno sviluppato altre tecniche che hanno come obiettivo quello di ottenere risultati efficaci con incisioni minime (e quindi con meno cicatrici), meno rischi e controindicazioni e un recupero più rapido. L’obiettivo appunto del quick lift per il viso e del mini lifting è quello di operare solo su determinate zone del viso che vengono tirate su e non su tutti i muscoli del volto.

Mini lifting e quick lift sono le tecniche piu’ utilizzate dai chirurghi. Qualcuno chiama queste procedure anche lifting del weekend perchè in 48 ore si è pronti per recuperare la piena attività con un volto ringiovanito. Proprio per la “leggerezza” di queste tecniche si è abbassata l’età dei pazienti che si rivolgono al chirurgo per un lifting del viso. Si parte dai quarant’anni, ma qualcuno si avvicina anche prima, in un ottica di “prevenzione rughe”.
Piccole incisioni vengono effettuate in posti nascosti come nella linea del cuoio capelluto ed utilizzate per alcune zone mirate e non per tirare l’intero volto. Quindi ci si concentra sull’ area del mento, del collo, delle pieghe naso labiali o sulle guance. Gli effetti finali del quick lift o mini lifting del viso sono piu’ leggeri rispetto alla classica operazione e si sta sotto i ferri anche meno di un’ora, in due giorni si riprende la piena attività.

I prezzi del quick lift sono piu’ ridotti ovviamente. Dipende su che zona si è deciso operare ma orientativamente per mento e guance 2500 euro, per la zona alta del viso (fronte e rughe occhi) circa 2000 euro e per le guance e collo intorno alle 1500-2000 euro.

Sebbene le procedure di quick lift e mini lifting siano meno invasive le stesse non sono esenti da rischi e controindicazioni, permangono quindi le stesse cautele da seguire di una classica operazione di lifting viso.

Chirurgia estetica orecchie: rifare i lobi

Le Orecchie, come molte altre parti del corpo, cedono alla forza di gravità, ma soprattutto gli orecchini pesanti molto spesso provocano quasi uno strappo del lobo che si abbassa per colpa del peso eccessivo. La chirurgia estetica delle orecchie si sta focalizzando anche sui lobi, grazie alle richieste di molte donne che vogliono rifarli o modificarli. Anche il volume del lobo può essere ripristinato.

Come avviene l’intervento di chirurgia estetica per i lobi delle orecchie?
Il medico usa quasi sempre un filler, acido ialuronico di solito, in quantità non superiore ai 2/3 cc e lo inietta nel lobo che diventa piu’ paffuto e morbido. Sei mesi dopo l’intervento la paziente può effettuare nuovamente il buco all’ orecchio. I prezzi per un intervento ai lobi è di circa 300 euro, ma dopo un anno scarso l’effetto sparisce.

Se invece si sceglie per un intervento definitivo il medico procederà con un’incisione vicino all’orecchio, dove lo stesso si collega al lato del viso. Una piccola quantità di tessuto viene poi rimossa. L’incisione è fatta in modo che sia praticamente impossibile vedere le cicatrici una volta che le ferite si siano rimarginate. Il costo in questo caso è di circa 1500 euro.

Che cos’è un lifting viso

Ormai è entrato nel linguaggio comune, trattato alla stregua di un semplice trattamento di bellezza, stiamo parlando del lifting viso, ma cos’è realmente? Come si realizza la procedura? In poche parole si tratta di un’operazione chirurgica svolta da personale qualificatissimo, un’equipe medica capitanata da un chirurgo plastico, che tira la pelle del viso fino a far scomparire rughe e segni del tempo. Detta così la cosa è piuttosto semplicistica, ma è per rendere l’idea e dare un primo accenno. Vediamo ora di cosa si tratta piu’in dettaglio.

L’idea alla base l’abbiamo già spiegata e nella parola stessa c’è il significato: “lift” tirare. Viene tesa la pelle che distendendosi fa sparire gli inestetismi. Potete provare voi stessi: con le due mani tirate verso l’alto il vostro volto, vedrete sparire di sicuro le rughe, cosa notate oltre a questo? Forse la vostra espressione è un tantino strana? Proprio così, un lifting mal realizzato si vede, vi rende brutti, con uno sguardo “strano”, ecco perchè i lifting fatti male si vedono subito, il viso vi tradisce subito, quindi non esagerate con le richieste, altrimenti i risultati potrebbero essere peggiori delle attese.

Prima dell’operazione ci sono una serie di analisi che dovrete affrontare. E’ un’operazione chirurgica completa di anestesia quindi si va da quelle del sangue, alle urine, elettrocardiogramma, lastra al torace, controlli per eventuali allergie ecc…Prima dell’ intervento ci saranno una serie di incontri con il vostro chirurgo che vi spiegherà come vorra intervenire ascoltando quali sono le vostre richieste.

Non tutti i pazienti possono sottoporsi all’ intervento. I cardiopatici, coloro che soffrono di diabete, quelli con patologie renali o con problemi circolatori devono essere esclusi.

Eccoci giunti al momento dell’ operazione. Cosa prevede il lifting viso? Il medico preparerà il vostro volto segnando sullo stesso “le tracce” da incidere. L’operazione vera e propria infatti prevede lo “scollamento” della pelle e anche dei muscoli della fronte e di quelli posti alla radice del naso che vengono poi tirati verso l’alto e ancorati al cuoio capelluto. Leggetevi l’articolo relativo alla procedura endoscopica per capire meglio nei dettagli come lavora il chirurgo plastico.

Ovviamento ogni lifting è diverso dagli altri. Se si interviene solo sulla parte alta del viso la pelle sarà ancorata con i punti nascosti tra i capelli, per la parte bassa della faccia l’ancoraggio viene effettuato dietro le orecchie.

La durata di un intervento di lifting è di circa un paio d’ore ma anche qui dipende dalla tipologia mentre il decorso post operatorio prevede nelle prime 48 riposo assoluto. La prima settimana il volto apparirà gonfio ma già dopo 2 o 3 settimane si potrà tornare alla vita normale.
Controindicazioni: ci sono e non sono poche, approfondiremo in seguito mentre i prezzi per un lifting viso partono dai 3mila euro a salire (prezzi indicati dalla Sies, Società Italiana di medicina e chirurgia estetica) dipende dal tipo di operazione e da chi la effettua.